Lunedì, 18 Ottobre 2021
Sport Centro storico / Piazza Brà

Verona, Revival Rally Valpantena sale a 220 iscritti e 14 equipaggi stranieri

L'11esima edizione è in porgramma i prossimi 18 e 19 ottobre con vetture mai viste nello storico percorso veronese. Per l'occasione si riforma la coppia Cunico-Pirollo che sarà al via su una Ford Sierra Cosworth

Si sono chiuse ufficialmente domenica sera, 7 ottobre, a mezzanotte le iscrizioni all'11esimo "Revival Rally Club Valpantena" dei prossimi 18 e 19 ottobre, ma gli organizzatori devono già esprimere un enorme ringraziamento a tutti i concorrenti che hanno già confermato la loro presenza. "In un momento non facile come questo" ha detto il presidente del comitato organizzatore Roberto “Bob” Brunelli, "non nascondo che avessimo qualche perplessità di riuscire a replicare i numeri dello scorso anno. A qualche ora dalla chiusura delle iscrizioni, e quindi prima di avere tutti i numeri ufficiali alla mano, possiamo dire di aver superato i 220 iscritti, e questo ci riempie di grande soddisfazione".

A riempire di soddisfazione, però, c'è anche la conferma di un grandissimo del rallysmo italiano, che torna al Valpantena dopo la sua prima partecipazione nel 2006. Stiamo parlando di Gianfranco Cunico, che arriverà al Revival numero 11 scortato dal fedele Luigi Pirollo, a riformare una coppia leggendaria che ha fatto sognare intere generazioni di appassionati. L'amicizia che lega Cunico con il Rally Club Valpantena è di lunghissima data, e avere il vicentino al via di questa 11esima edizione è un valore aggiunto allo spettacolo che sarà regalato agli spettatori il 18 e 19 ottobre. Cunico e Pirollo saranno al via su una Ford Sierra Cosworth messa a disposizione dagli organizzatori e da Gianluca Pesavento, griffata con la livrea ufficiale del Valpantena. Impossibile non tornare con la memoria agli ultimi anni Ottanta, quando sul leggendario “pinnone”, Cunico e Pirollo dominarono l'ultima edizione tricolore del Rally Due Valli.

PARTECIPANTI - Ma il traguardo raggiunto da questa edizione del Valpantena non parla solo italiano. Sono infatti ben 14 gli equipaggi internazionali che hanno confermato la loro presenza al via di questa 11ma edizione. Alcuni sono alla prima esperienza, convinti da amici, conoscenti o semplicemente dalla voglia di esserci. Gli equipaggi che scenderanno in Valpantena per questo evento provengono da ogni parte d'Europa: Regno Unito, Austria, Germania, Montecarlo, Spagna e Repubblica Ceca, ma non solo, perché al via sarà presente anche un pilota dagli Stati Uniti, più precisamente dall'Oklaoma.

Spicca fra queste vetture un'anteprima assoluta al Valpantena: la Nissan 240 RS di Fred ed Eva Walter. L'equipaggio teutonico ha recuperato uno dei rarissimi modelli della vettura giapponese. Si tratta di un esemplare assettato da terra, più precisamente in conformazione Safari Rally, che partecipò all'edizione 1983 del rally africano. Simile per certi versi all'italiana 131 Abarth o alla tedesca Opel Ascona, la Nissan 240 RS venne studiata per i terreni difficili e duri, tant'è che si distinse in modo particolare nel campionato Asia-Pacifico. La vettura, derivata dalla Datsun 240z (di cui un esemplare sarà al via allo stesso Valpantena), convinse con i suoi risultati i vertici Nissan a proseguire nel progetto fino alla fine degli anni Ottanta. Molti ricorderanno le Nissan 200SX che provarono a contrastare la Delta di Miki Biasion al Safari Rally Kenya del 1989.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Verona, Revival Rally Valpantena sale a 220 iscritti e 14 equipaggi stranieri

VeronaSera è in caricamento