Giovedì, 28 Ottobre 2021
Sport Soave

Rally, il "Due Valli Historic" a Negri e Zegna. Classic ai Veronese

Il percorso per le auto storiche vede trionfare il biellese sulla Porsche 911, secondo "Lucky" Battistolli. Nella competizione tradizionale le prime posizioni agli specialisti

Il Due Valli Historic è stata una gara avvincente e incerta, decisa sulla prova più lunga e più attesa, la "Cà del Diaolo". È stato proprio qui che Davide Negri, biellese, in coppia con Marco Zegna, ha costruito la sua vittoria nella gara di Verona, settimo appuntamento del Campionato Italiano Rally. Sulla Porsche 911 della scuderia Happy Racer, preparata da Domenico Guagliardo (vincitore a Verona lo scorso anno), Negri ha calato un tris importante, dopo essersi aggiudicato anche le precedenti due gare valide per il campionato, il Lana Storico e il Circuito di Cremona. Dopo questa bella affermazione e la conquista del quarto posto in classifica generale, per il forte pilota si preannuncia una quasi obbligata partecipazione ai restanti tre appuntamenti del Campionato Italiano Rally Auto Storiche: Alpi Orientali, Isola d'Elba e Targa Florio.

Dietro di lui “Lucky” Battistolli e Luigi Cazzaro, staccati di 10.8 secondi, protagonisti indiscussi di questa edizione del Due Valli, ma condizionati dal doppio testacoda sulla prova di apertura. Il vicentino, a bordo della leggendaria 308 GTB della Palladio, ha carezzato la vetta della corsa dopo la sesta prova speciale, ma ha poi dovuto arrendersi sui 13,51km della "Cà del Diaolo". Ultimo gradino del podio per il leader di campionato Matteo Musti, staccato di 27.9 secondi dal vincitore, che ha ammesso «non è per niente facile dover correre pensando al campionato rinunciando ad andare a vincere, una situazione che non mi era mai capitata e che è piuttosto straniante». Non è stato un podio facile, perché Alberto Salvini e Patrizio Maria Salerno, sulla Porsche 911 del Rally Club Sandro Munari, sempre preparata dai Balletti, sono rimasti vicini fino alla fine, anche se dopo l'ultima prova speciale hanno chiuso con 10.8 secondi di distacco (38.4 secondi dal vincitore), in quarta piazza. Dietro, in quinta posizione, Lucio Da Zanche e Romano Belfiore (Porsche 911/Piacenza Corse). L'equipaggio campione italiano in carica ha sofferto una gara non facile e ha chiuso a 44.2 secondi, anche se grazie al ritiro di Montini, la coppia è salita al secondo posto della classifica tricolore. Primi veronesi al traguardo, Riccardo Andreis e Stefano Farina (sesti), sulla Porsche 911 della Car Racing. La coppia scaligera, al traguardo staccata da Negri di 2 minuti e 39 secondi, ha mantenuto un buon ritmo di gara, prendendo qualche rischio nella prima parte del rally, ma decidendo saggiamente poi che i primi erano troppo distanti per provare un aggancio.

Rally "Due Valli Historic" e Classic a Verona

Nel Challenge Autostoriche successi di Bertocco/Nicoletti (VW Golf GTI/Team Bassano) in classe 1600, Capsoni/Zambiasi in classe 1300 e Bombieri/Dalle Molle in classe 2000.

Per quanto riguarda il Due Valli Classic, questa volta sono stati gli specialisti a giocarsi la vittoria e per i colpi di scena è tutto rimandato ad un'altra occasione. Paolo e Sergio Veronese, su Innocenti Mini Cooper della Padova Autostoriche, hanno vinto la regolarità sport annessa al rally Due Valli storico davanti ad altri due equipaggi attesissimi della vigilia: Giordano Mozzi e Stefania Biacca (Opel Kadett GTE/Scaligera Rallye) hanno chiuso al secondo posto, staccati di 11 penalità, mentre Maurizio Senna (BMW 2002/Black Eagles) ha staccato il terzo posto in solitaria, senza navigatore, staccato di 23 penalità dal vincitore.

Seppure le penalità siano molto ristrette, la gara dei Veronese è stata molto costante. Dopo le prime due prove, l'equipaggio ha preso la testa della corsa per non lasciarla fino alla fine. Ancora una volta Giordano Mozzi ha dovuto chiudere al secondo posto. Bella invece la prova di Senna, che come accade spesso in queste competizioni ha deciso di correre da solo, dividendosi tra la parte di pilota e quella di navigatore, grazie agli strumenti di precisione che gli consentono il passaggio al centesimo di secondo sui pressostati.

A completare le prime posizioni della regolarità, il bellissimo quarto posto di Arturo Barbotto e Zaffani Lorena, coppia quasi inedita della Scaligera Rallye che ha tenuto, con la 124 Spider, medie da applausi. Quindi assoluti Pietro Iula e William Cocconcelli altro equipaggi del Team Bassano, su Porsche 911 SC, avvezzo alle manifestazioni di regolarità.

Anche qui parecchi ritiri: partiti 56, arrivati 42, colpa soprattutto del caldo e delle meccaniche delle vetture che in molti casi non hanno retto le temperature piuttosto alte di questi giorni. La gara, valida anche per il Trofeo Tre Regioni, ha premiato i primi tre dell'assoluta anche per questa serie, che si preannuncia molto interessante per le successive gare in programma, il San Martino di Castrozza, e il Città di Bassano.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rally, il "Due Valli Historic" a Negri e Zegna. Classic ai Veronese

VeronaSera è in caricamento