rotate-mobile
Sport Zai / Via Belgio

Verona, Luca Toni per un'altra "stagione stupenda": firmato il contratto con l'Hellas Verona

L'attaccante prende la penna e sigla davanti ai vertici societari: "Cosa mi ha convinto a rimanere? L'entusiasmo di tutti nel volermi ancora qui. Dal presidente, Maurizio Setti, al ds, Sean Sogliano, fino all'allenatore Mandorlini"

"Ho parlato con la società e ci siamo subito accordati. Rimango a Verona un altro anno e di questo fatto sono molto contento. Ho voglia di continuare a fare gol, di esultare e di aiutare il più possibile la mia squadra". Cosi', ai microfoni di Sky, il 37enne Luca Toni, che ha rinnovato il contratto che lo lega al club veneto per un'altra stagione. La notizia è stata confermata poi da una nota ufficiale della società in cui si spiega che il centravanti resterà a Verona fino al 30 giugno 2015. "Spero che sia un altro anno positivo e di arrivare, assieme alla squadra, il più presto possibile alla salvezza. C'e' un ambiente perfetto qui a Verona: si puo' creare qualcosa di veramente importante", ha aggiunto Toni.

"Cosa mi ha convinto a rimanere? L'entusiasmo di tutti nel volermi qui un altro anno. Dal presidente, Maurizio Setti, al direttore, Sean Sogliano, fino all'allenatore, Andrea Mandorlini. Le riflessioni che ho fatto? Volevo prima parlare con la mia famiglia, avevo ancora voglia di continuare e Marta, la mia compagna, vedeva la mia volontà di giocare e di fare sacrifici. Se avessi proseguito la mia carriera lo avrei fatto qui e questo è stato deciso. La mia serenità? E' data dall'entusiasmo che ho nel giocare ancora a calcio. Dall'andare all'allenamento fino all'adrenalina che avverto prima delle partite. Finchè ci saranno queste emozioni, io continuerò a giocare a calcio, l'ho sempre detto. Ho voglia di andare in ritiro e di ripartire, per fare un altro grande campionato. Un anno fa non mi sarei aspettato di trovare tutto questo. Camminare per la città è uno spettacolo e l'Hellas Verona sta crescendo tanto, aiutata da persone molto competenti con grandi tifosi", ha aggiunto Luca Toni ai microfoni diSky e di TeleNuovo, come riporta il sito ufficiale del club veneto. "Un Verona competitivo? Questa è la cosa più importante. Ho parlato con il direttore, che è molto bravo. Confermarsi è sempre la cosa più difficile, ci sarà da soffrire, ma la società sa cosa deve fare ed io voglio aiutare questa piazza a restare in Serie A. Come faccio a trovare ancora le motivazioni? E' la voglia. La stessa che mi ha permesso di vincere un Mondiale e di continuare a giocare con entusiasmo qui a Verona. Io amo questo sport, mi piace il calcio ed ho ancora voglia di divertirmi", ha puntualizzato Toni.
 
Continua Toni: "La scorsa è stata una stagione stupenda, ed è giusto cercare di fare bene ancora perchè ho anche un piccolo obiettivo personale, quello di arrivare a 300 gol tra i professionisti, me ne mancano circa una decina. Mi piacerebbe raggiungerli, sarebbe un traguardo importante. La mancata convocazione per il Mondiale? Sinceramente, all'inizio della stagione, non pensavo di poter giocarmi la possibilità di andare in Brasile. Dopo un'annata così un pensierino l'ho fatto, perchè non vedevo tanti attaccanti più in forma di me. Voglio dimenticare e ripartire, faccio un grosso in bocca al lupo all'Italia, in quel gruppo ho ancora tanti amici. Il mio legame con Verona? Qui sto alla grande, ho conosciuto persone con cui io, la mia compagna e la mia bambina ci troviamo bene. Ho scoperto una citta' calorosa, che mi permette di vivere anche la mia privacy. Se il mio bimbo nascerà qui? Ora non lo so, deciderà la mia compagna e quasi sicuramente nascerà a Firenze"

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Verona, Luca Toni per un'altra "stagione stupenda": firmato il contratto con l'Hellas Verona

VeronaSera è in caricamento