Verona, Hellas al tappeto in Coppa contro la Juve, Mandorlini: "Teneri e molli. Dispiace per i tifosi"

Il mister gialloblù annuncia un cambio di registro per la prossima di campionato, ancora contro i bianconeri: "Potevamo e dovevamo fare meglio, c'è rammarico per i tanti errori perché con la Juve non puoi permetterti di fare certe cose"

"Ci tenevamo, ma in una partita secca può succedere di tutto. Siamo partiti bene, ma abbiamo preso tanti gol perché in tante situazioni di gioco siamo stati troppo teneri e molli, ecco da dove derivano i nostri errori". "Teneri e molli". Questi gli aggettivi tutt'altro che lusinghieri a decifrare la serata dei suoi gioctaori. Dichiarazioni amare dell'allenatore gialloblù, Andrea Mandorlini, rilasciate al termine della sfida Juventus - Hellas Verona, ottavo di finale di Coppa Italia. Una goleada terminata con sconfitta per 6 a 1 e in cui la Juventus ha dimostrato ancora una volta l'ottima forma e di meritarsi il titolo di campione d'Italia.

"Davanti c'era una squadra forte - spiega Mandorlini - con dei valori molto alti, quando sbagli tante volte vengono fuori questo tipo di risultati perché con troppa facilità la Juventus si presentava davanti alla porta. In questa partita potevamo e dovevamo fare meglio, c'è rammarico per i tanti errori perché con la Juve non puoi permetterti di fare certe cose. Non era questo l'atteggiamento che volevamo mettere in campo, la partita si è chiusa sul 3-0 a fine primo tempo, poi gli spazi si sono allargati e la loro qualità ha preso il sopravvento. Dispiace per i nostri tifosi. Speriamo di recuperare al più presto le energie per dare a loro delle soddisfazioni domenica sera".

IL VIDEO DI TUTTI I GOL DI JUVENTUS - HELLAS VERONA

Ma per domenica sera, in cui si riproporrà la Juventus in campionato, Mandorlini annuncia già un cambio di registro: "Sarà un'altra partita, un'altra storia. Le sconfitte sono sempre sconfitte, 6 gol sono tanti ma c'è subito l'occasione di prendersi una rivincita. Facciamo tesoro dei tanti errori commessi in questa partita e pensiamo bene a come affrontare nuovamente la Juventus, perché dovremo essere diversi. Dobbiamo migliorare nell'atteggiamento e in certe situazioni di gioco, dove occorre essere più solidi e arcigni. Mi auguro di migliorare soprattutto dal punto di vista mentale, credo ci sia spirito di rivalsa soprattutto quando si perde così. Non serviranno neanche le parole". 

"Rispetto allo scorso anno sono cambiati 18 calciatori, considerando l'arrivo di Fernandinho. Ci sta, l'obiettivo del nostro campionato è quello della salvezza e siamo in linea con i nostri obiettivi. Domenica si chiuderà l'andata, poi ci sarà un girone di ritorno importante. Pensiamo a recuperare più calciatori possibili, poi ci giocheremo la salvezza fino alla fine. Il mercato è un discorso della società e non mi interesso".

L'INTERVISTA A MISTER MANDORLINI DOPO JUVE - HELLAS

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Attaccata sotto la sedia, nascondeva una scatola con quasi mezzo chilo di coca

  • Coronavirus: Verona segna ancora il peggior aumento di casi positivi totali in Veneto

  • Ancora un dramma sulle strade: motociclista muore dopo lo scontro con un cervo

  • Movida in Erbe a Verona: immagini denuncia sui social (e le webcam registrano tutto)

  • Ricercato in tutta Europa, viene scoperto ed arrestato dai carabinieri di Legnago

  • Coronavirus a Verona: 25 nuovi casi e 4 decessi in poche ore, ma diminuiscono i "positivi"

Torna su
VeronaSera è in caricamento