menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Torino - Hellas Verona, le probabili formazioni | Pecchia recupera gli infortunati

Per la sfida con i granata il tecnico non avrà a disposizione i soliti Bianchetti, Felicioli e Franco Zuculini, ma ritrova tutti gli altri assenti dei giorni: in attacco dovrebbe tornare il tridente composto da Verde, Pazzini e Cerci

L'Hellas Verona si prepara ad affrontare il Torino allo stadio Olimpico alle ore 15 di domenica 1 ottobre, per la settimana giornata di Serie A. 

Nella scorsa giornata i granata hanno subito la prima sconfitta stagionale nel derby contro la Juventus e Mihajlovic vuole subito rialzarsi per non perdere troppo contatto dalle posizioni che portano in Europa League. 
Il 3-0 subito contro la Lazio ha riportato alla luce tutti i difetti della formazione di Fabio Pecchia, che nel pareggio interno con la Samp sembravano essere stati limati, e ora il tecnico è chiamato a dimostrare di saper prendere in mano la situazione ed invertire la rotta, visto che attualmente la "nave" punta verso la Serie B. 

I PRECEDENTI - Le due formazioni si sono scontrate per 24 volte nella massima serie, con un bilancio nettamente a favore dei padroni di casa che vantano 10 successi, l'ultimo dei quali arrivato nel 2001 con un sonoro 5-1. Nel gennaio 2016 invece arrivò, a reti inviolate, l'ultimo degli 11 pareggi tra le due squadre, mentre l'Hellas non vince in Piemonte dall'1-0 firmato da Ionita nella stagione 2014/2015. 

QUI TORINO - "Dopo una sconfitta così pesante dopo il derby è sempre dura tornare in campo. I ragazzi si sono allenati bene, possiamo rifarci subito e mettere la classifica in linea con i nostri obiettivi: torneremmo a una media di 2 punti a partita che quasi sicuramente porta in Europa. È chiaro che noi sulla carta siamo più forti e che domani tutti si aspettino la vittoria. Se qualcuno vorrà contestare il 4-0, se la prenda con me: sono io l’unico colpevole.
Niang?  Migliora sempre più giorno dopo giorno sempre, prende fiducia e trova più feeling, domani farà una gara migliore delle precedenti. Quanto manca per vederlo al top? Non si può prevedere, lui sta lavorando bene. Il tempo sta poco per volta finendo, dopo la sosta dovrebbe essere a posto. 
La formazione? A centrocampo al fianco di Rincon giocherà uno tra Valdifiori e Gustafson, in difesa giocherà Lyanco. È stato comprato per giocare, ha avuto un infortunio ma ora sta bene. Berenguer sta crescendo, Falque non è ancora ai suoi livelli ma presto tornerà. Sadiq? Da quando è arrivato è migliorato tantissimo, ora non avrei problemi a metterlo in campo". 
Così Sinisa Mihajlovic in conferenza stampa alla vigilia della sfida con i gialloblu. Il tecnico dovrà rinunciare allo squalificato Baselli, oltre a Obi, Acquah e forse anche Barreca. In mezzo Valdifiori sembra in vantaggio su Gustafson, così come Ansaldi su De Silvestri per il ruolo di terzino destro. Per quanto riguarda l'attacco invece, Niang completerà il terzetto dietro a Belotti con Ljajic e Iago Falque. 

QUI HELLAS VERONA - "Durante la settimana abbiamo lavorato con il piglio giusto, ho visto bene i miei giocatori anche sotto l’aspetto psicologico. Il Torino ha giocatori importanti e di qualità, ma noi dovremo pensare ad attaccare e a fare gol nelle occasioni che ci capiteranno, affrontando la gara con la voglia e la determinazione di fare la nostra prestazione.
Fortunatamente ho tutti a disposizione e nelle migliori condizioni per poter partire dall’inizio. Contro la Lazio mi è piaciuto molto Lee per come è entrato, Verde ha recuperato dall’infortunio, Cerci ha lavorato alla grande e Pazzini sta bene, come tutti. Ho alcuni dubbi ma a prescindere da chi scenderà in campo voglio vedere un Verona col piglio giusto e con entusiasmo e con la voglia di dimostrare il proprio valore. Souprayen? La sostituzione di domenica non significa nulla, lui è un uomo e un professionista straordinario. 
Dobbiamo continuare a lavorare e insistere giorno dopo giorno, i conti si fanno alla fine. Io ho massima fiducia nel gruppo, che io vedo in costante crescita. Dobbiamo ripagare i tifosi con le prestazioni, ma queste devono essere accompagnate dai risultati, stiamo lavorando con il massimo impegno per questo". 
Il lavoro settimanale sembra aver soddisfatto Fabio Pecchia, che con il Toro deve andare alla ricerca di punti. Assenti Felicioli, Biachetti e Franco Zuculini, l'allenatore dovrebbe ripartire dal tridente composto da Verde, Pazzini e Cerci, mentre in difesa l'escluso potrebbe essere proprio Souprayen, con Caracciolo ed Hertaux centrali e Caceres e Alex Ferrari come terzini. Più difficile appare l'arretramento di Romulo, che dovrebbe completare la linea di centrocampo con Bruno Zuculini e Bessa. 

ARBITRO - Claudio Gavillucci di Latina. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Benessere

    Pasta di legumi: benefici e ricetta

  • social

    Aperti online i Casting dello Zecchino d’Oro

  • social

    L'Acqua in uno scatto: concorso a premi

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento