La Tezenis aggiunge un tassello guardando al futuro: ecco il 17enne Dieng

L'ala, nata del 2000 e di 201 centimetri di altezza, l'anno scorso militava nel Barcellona e con la Scaligera Basket ha firmato un contratto triennale con opzione per le successive due stagioni

Un 17enne di belle speranze ariva alla corte di coach Dalmonte. La Scaligera Basket ha comunicato nelle scorse ore di aver firmato un contratto triennale con opzione per le successive due stagioni con Omar Dieng, nato il 17 febbraio del 2000, l'anno scorso in forza al Barcellona.
L'ala di 201 centimetri è nativa di Ponte San Pietro, in provincia di Bergamo, e ha mosso i primi passi con la Polisportiva Cgb Brugherio per poi passare all’Olimpia Milano nel 2012 notato al campetto di Brugherio proprio da Marco Gandini, oggi assistente di Luca Dalmonte alla Tezenis Verona e all’epoca responsabile del settore giovanile dell’Olimpia dove Dieng è rimasto per quattro stagioni.

L’anno scorso la chiamata del Barcellona, dove il ragazzo ha avuto la possibilità di crescere e migliorarsi nel settore giovanile di uno dei club più prestigiosi d’Europa, la famosa cantera blaugrana. Dieng, con la maglia dell’Italia, ha preso parte agli ultimi Europei Under 16 in Polonia, con 7.7 punti e 4.4 rimbalzi di media nelle sette gare giocate. Attualmente è nel giro dell’Under 18 con il gruppo dei ragazzi del 1999-2000 che disputeranno l’Europeo in programma a Bratislava, in Slovacchia, dal 29 luglio al 6 agosto. Dieng ha preso parte la scorsa stagione anche all’Adidas Next Generation Tournament, la rassegna continentale per le migliori squadre U18, vincendo col Barcellona la fase di Hospitalet, battendo in finale la Juventut Badalona ed arrivando fino alla fase conclusiva di Istanbul in occasione delle Final Four di Eurolega, con 14 punti segnati contro i vincitori del CFBB Paris. È di pochi giorni fa inoltre la sua convocazione anche per il prestigiosissimo “Basketball Without Borders”, camp organizzato da NBA e FIBA attivo ormai dal 2001 che propone una rassegna coi più promettenti giovani talenti del mondo, quest’anno in programma a Tel Aviv dal 13 al 16 agosto.

"Dieng è un grande tassello - evidenzia Giorgio Pedrollo, responsabile dell’area tecnica della Scaligera Basket - nel nostro progetto, serio e a lungo termine, sui giovani di livello fra cui numerosi nazionali. Tantissime squadre, anche di Serie A, erano interessate a Dieng eppure la sua scelta è caduta sulla Scaligera. Un segnale ulteriore di quanto la società abbia acquisito in questi anni considerazione e solidità".

"Dieng è un’ala di grande prospettiva - sottolinea il direttore sportivo Daniele Della Fiori - che siamo riusciti a firmare dopo una trattativa molto lunga visto l’interesse che il ragazzo ha attorno a sé. Siamo stati i primi a bussare alla porta una volta saputo del suo ritorno in Italia. Abbiamo convinto lui e la sua famiglia con un progetto tecnico di lunga durata che lo possa portare il più presto possibile ad essere un giocatore per la prima squadra. Quest’anno sarà impegnato sia con la serie A che con l’Under 18. Non nascondo che avere la possibilità di farlo allenare da Dalmonte e Marcelletti rappresenti un gran bel biglietto da visita per la Scaligera. Ringrazio naturalmente i genitori, in particolare mamma Francesca con cui ho parlato direttamente, che hanno riconosciuto Verona come un posto serio in cui far crescere il proprio figlio".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bozza Dpcm: coprifuoco Natale e Capodanno (rafforzato), sì pranzi ristorante in zona gialla

  • Covid, come cambiano le regole a Verona per il Ponte dell'Immacolata

  • In sella alla moto sbatte contro un'auto a Pizzoletta e perde la vita

  • Covid-19, in Veneto 107 decessi in 24 ore. 27 tra Verona e provincia

  • Cosa fare a Verona e provincia durante il weekend da 4 all'8 dicembre 2020

  • Un hotel extra lusso nel cuore di Verona al posto degli ex uffici Unicredit

Torna su
VeronaSera è in caricamento