Tezenis, ecco Quarisa. "A Verona per dimostrare di essere all'altezza"

Presentato il nuovo centro gialloblu, arrivato da Jesi dove la sua stagione è stata compromessa da un infortunio al ginocchio. "Ma ora sono completamente recuperato"

Andrea Quarisa con in mano la sciarpa della Scaligera Basket

Tempo di abbonamenti per i tifosi della Tezenis Verona, ma presto arriverà anche il tempo di vedere all'opera i cestisti gialloblu nelle amichevoli di preparazione al campionato. Continua la campagna abbonamenti della Scaligera Basket e per gli atleti allenati da Luca Dalmonte continua la preparazione che domani, 1 settembre, prevedeva la prima amichevole contro la Bakery Piacenza. Lo scrimmage è stato però annullato e così la prima uscita della Tezenis sarà la prossima settimana, il 7 e 8 settembre a San Bonifacio, con il torneo che vedrà sfidarsi al PalaFerroli le squadre di Verona, Mantova, Treviso e Ferrara.

Tempo però anche di presentazioni per la Tezenis che, dopo Terry Henderson, ha voluto far conoscere un altro nuovo arrivato: Andrea Quarisa. "Andrea ha già dimostrato l'anno scorso con la maglia di Jesi che può essere protagonista e dopo l'infortunio che l'ha colpito la stagione passata ora è pienamente recuperato - ha dichiarato il general manager della Scaligera Basket Daniele Della Fiori - Credo che potrà ritagliarsi uno spazio importante e che si dimostrerà utilissimo per la nostra nuova avventura in campionato".

Dopo l'operazione al ginocchio per l'infortunio, l'attesa è stata tanta - ha detto Quarisa - È sempre difficile per un giocatore vedere i propri compagni giocare e sudare per vincere e non potere dare il proprio contributo. È stata dura, ma ora sono pienamente recuperato, il ginocchio sta rispondendo bene ai carichi di lavoro e ora bisognerà far parlare il campo e non vedo l'ora di iniziare il campionato. Sono venuto a Verona per poter dimostrare di essere all'altezza del campionato. Sicuramente trovarsi in squadra con giocatori come Amato e Ferguson che possono esaltare le mie caratteristiche è per me un vantaggio. In più nel reparto lunghi siamo tutti intercambiabili, ognuno ha le proprie caratteristiche e siamo pronti a darci una mano l'uno con altro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Secondo il presidente dell'Ordine dei medici di Venezia il Veneto va «verso la zona rossa»

  • La "nuova" zona arancione: cosa cambia per il Veneto con l'ultimo Dpcm, tutte le regole 

  • Speranza presenta il nuovo Dpcm: «Alle 18 nei bar stop asporto, musei aperti in zona gialla»

  • Firmato il Dpcm: rivoluzione spostamenti, bar ed enoteche stop asporto dalle 18. Le novità

  • Drammatico incidente tra furgone e camion in A22: morto un 31enne di Lazise

  • Cosa (si può) fare a Verona e provincia durante il weekend dal 15 al 17 gennaio 2021

Torna su
VeronaSera è in caricamento