Tezenis, ecco Quarisa. "A Verona per dimostrare di essere all'altezza"

Presentato il nuovo centro gialloblu, arrivato da Jesi dove la sua stagione è stata compromessa da un infortunio al ginocchio. "Ma ora sono completamente recuperato"

Andrea Quarisa con in mano la sciarpa della Scaligera Basket

Tempo di abbonamenti per i tifosi della Tezenis Verona, ma presto arriverà anche il tempo di vedere all'opera i cestisti gialloblu nelle amichevoli di preparazione al campionato. Continua la campagna abbonamenti della Scaligera Basket e per gli atleti allenati da Luca Dalmonte continua la preparazione che domani, 1 settembre, prevedeva la prima amichevole contro la Bakery Piacenza. Lo scrimmage è stato però annullato e così la prima uscita della Tezenis sarà la prossima settimana, il 7 e 8 settembre a San Bonifacio, con il torneo che vedrà sfidarsi al PalaFerroli le squadre di Verona, Mantova, Treviso e Ferrara.

Tempo però anche di presentazioni per la Tezenis che, dopo Terry Henderson, ha voluto far conoscere un altro nuovo arrivato: Andrea Quarisa. "Andrea ha già dimostrato l'anno scorso con la maglia di Jesi che può essere protagonista e dopo l'infortunio che l'ha colpito la stagione passata ora è pienamente recuperato - ha dichiarato il general manager della Scaligera Basket Daniele Della Fiori - Credo che potrà ritagliarsi uno spazio importante e che si dimostrerà utilissimo per la nostra nuova avventura in campionato".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Dopo l'operazione al ginocchio per l'infortunio, l'attesa è stata tanta - ha detto Quarisa - È sempre difficile per un giocatore vedere i propri compagni giocare e sudare per vincere e non potere dare il proprio contributo. È stata dura, ma ora sono pienamente recuperato, il ginocchio sta rispondendo bene ai carichi di lavoro e ora bisognerà far parlare il campo e non vedo l'ora di iniziare il campionato. Sono venuto a Verona per poter dimostrare di essere all'altezza del campionato. Sicuramente trovarsi in squadra con giocatori come Amato e Ferguson che possono esaltare le mie caratteristiche è per me un vantaggio. In più nel reparto lunghi siamo tutti intercambiabili, ognuno ha le proprie caratteristiche e siamo pronti a darci una mano l'uno con altro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dal reparto Covid-19 di Borgo Trento: «Sappiamo cosa ci aspetta per i prossimi mesi»

  • Quanta acqua devo bere al giorno? Ecco quello che non sapevi

  • Usa foto di un 15enne morto per adescare 13enne. Scoperto da Le Iene

  • Neonato abbandonato a notte fonda sul ciglio della strada a Verona

  • Sono due trentenni in grave difficoltà economica i genitori del bimbo abbandonato a Verona

  • Rintracciati dai carabinieri di Verona i genitori del bambino abbandonato

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeronaSera è in caricamento