rotate-mobile
Giovedì, 29 Settembre 2022
Sport

Tezenis, dimenticata Rimini si riparte dall'Imola

Al Palaolimpia i giallobl devono ricominciare la scalata verso la salvezza

La battuta d’arresto di Rimini oramai è solo un ricordo, metabolizzata dalla coscienza di aver giocato alla pari (con tutto il primo tempo in vantaggio, seppur risicato) per buona parte di partita con una delle più forti squadre del campionato.
Riparte quindi la cavalcata verso la salvezza proprio dal PalaOlimpia, dove affronteremo Imola, fresca del secondo posto nella finale di Coppa Italia di Legadue.

Imola, al centro di un “caso” di mercato che ha portato il centro titolare Ebi a lasciare la squadra ed a prendere (o per meglio dire cercare di prendere, visto che il trasferimento è stato definitivamente bloccato) Joe Salvi come sostituto. Morale della favola ci sarà Bruttini come centro titolare che dovrà scontrarsi con un Renzi fresco di convocazione in nazionale.

Il pericolo numero uno sarà sempre Whiting, per lui più di 20 punti a partita con più che discrete percentuali, con l’apporto importante di Ringstrom (primo nei tiri da tre del campionato).
Per quel che riguarda Verona, bisogna dire che abbiamo da tempo raggiunto la quadratura giusta, un’identità forte con una delle difese più solide del periodo, contestualmente ad una fluidità sempre più marcata nei giochi in attacco.
Tutto questo è stato scalfito dall’infortunio accorso a Mariani (stagione finita per lui), che ha portato la società a prendere da Brescia (A dilettanti) l’esperto play Quaroni, uomo non certo con tanti punti nelle mani ma (dovendo essere il cambio di Porta) in grado di dare intensità difensiva e forza agonistica.

In B dilettanti turno di riposo per Villafranca, mentre in C dilettanti San Bonifacio affronta in trasferta Desio seconda in classifica.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tezenis, dimenticata Rimini si riparte dall'Imola

VeronaSera è in caricamento