rotate-mobile
Sport

Tezenis al quinto centro in sei gare. Cade pure Ferrara

Marcelletti: "Ottima gara per non illudiamoci, la strada ancora lunga"

La Tezenis regola anche Ferrara, si prende con autorità la quinta vittoria nelle ultime sei, butta come sempre sul parquet tutto quello che ha, guida il match dall’inizio alla fine. E alla fine si prende l’applauso del PalaOlimpia, ancora una volta importantissimo sesto uomo. Gioca da squadra vera, la Tezenis. Prende in pugno la partita fin dall’avvio, accumula nel secondo quarto anche 15 punti di vantaggio (30-15), chiude il primo tempo col 71% da due, vince la sfida a rimbalzo (41-28), costruisce mattone dopo mattone un successo di straordinaria importanza, spegne sul nascere una squadra in condizione come la Naturhouse.

 
Così il tecnico Marcelletti: "La partita si è rivelata dura e tirata fino alla fine, come mi aspettavo e come temevo perchè conoscevo la forza di Ferrara. Una squadra atletica, che noi avremmo potuto soffrire. L'utilizzo frequente di Ndoja come numero quattro ci avrebbe potuto creare molti problemi. Devo dire però che stasera i ragazzi sono stati molto attenti, soprattutto nel momento in cui in attacco non riuscivamo a fare canestro, pur tirando liberi, come dimostra la percentuale da tre. Questa è l'ulteriore dimostrazione che con una buona difesa si possono portare a casa anche questo tipo di partite. Importante è la compattezza di squadra, i ragazzi sono molto uniti fra di loro e tutto questo si è visto in ogni momento della gara, soprattutto quando Ferrara si stava riportando sotto sia nel secondo quarto e un po' anche nel quarto. Siamo soddisfatti, per i punti e per la prestazione. Rimaniamo però coi piedi molto saldi a terra, la strada è ancora molto lunga».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tezenis al quinto centro in sei gare. Cade pure Ferrara

VeronaSera è in caricamento