Tezenis, presentato Terry Henderson. Pedrollo: "Sarà determinante"

È uno dei due nuovi americani della Scaligera Basket. "Come tipo di giocatore sono un tiratore - ha dichiarato - Un altro mio punto di forza è la difesa, e adoro il gioco di squadra"

Terry Henderson (Fermo immagine dal video di Scaligera Channel)

Fai in modo che credano in te.

Si è tatuato questa frase sul braccio Terry Henderson, un dei due nuovi giocatori americani della Tezenis Verona. L'atleta è stato presentato ieri, 24 agosto, nella sede di Inlingua Verona. Il vicepresidente della Scaligera Basket Giorgio Pedrollo ha ringraziato il direttore di Inlingua Verona Richard Collins per l'ospitalità e la riconferma della partnership con la Tezenis.

Cercare di vincere significa puntare su stranieri di alto livello, e Henderson lo è - ha dichiarato Pedrollo - Ci ha colpito fin da subito per la sua curiosità e la positività che ha trasmesso che ha mostrato fin dal giorno del suo arrivo. Per lui è la prima esperienza fuori dagli Stati Uniti ma è un giocatore che sarà determinante per il futuro della Scaligera.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Prima esperienza all'estero per Terry Henderson che è entusiasta per la scelta fatta. Non sente la nostalgia di casa ed amando il buon cibo non poteva che trovarsi bene in Italia. "Come tipo di giocatore sono un tiratore - ha dichiarato - così come mi posso assumere la responsabilità dell'ultimo tiro se occorre. Un altro mio punto di forza è la difesa, e adoro il gioco di squadra. Michael Jordan è il mio punto di riferimento, per la sua capacità di lavorare su tutti gli aspetti del gioco e in modo particolare sui suoi punti deboli. Oggi un giocatore a cui mi ispiro è Klay Thompson, completo in attacco ma fortissimo anche in difesa. Ho imparato a giocare da mio padre, che è stato il mio grande mentore. Mi ha insegnato fin da piccolo e mi ha trasmesso lui la passione per il gioco. Il secondo punto di riferimento è stato West dei Warriors, mentre uno dei miei migliori amici è Tj Warren dei Phoenix Suns, con cui ho sempre giocato fin da bambino, siamo praticamente fratelli".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Arriva App di biosorveglianza targata Veneto e Luca Zaia annuncia un'«ordinanza innovativa»

  • Lo studio a Negrar: «Minore è la quantità di virus, meno gravi i sintomi della malattia»

  • Ingannato dalla chiamata de Numero Verde della Banca: rubati soldi dal conto corrente

  • Nuova ordinanza a Verona contro il virus: le tre "aree" della città e tutti i divieti in vigore

  • Polemica su Crisanti, il professor Palù: «È un mio allievo esperto di zanzare»

  • Regioni contro il Dpcm, la lettera: «Chiusura ristoranti alle 23, cinema e palestre aperti»

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeronaSera è in caricamento