menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
"Sono un uomo del Sud, spero che il Napoli voli alto"

"Sono un uomo del Sud, spero che il Napoli voli alto"

"Sono un uomo del Sud, spero che il Napoli voli alto"

Il portiere Sorrentino gradisce il progetto di Mazzarri, ma domani niente sconti: "Ce la giocheremo"

"Sono un uomo del Sud, quindi da giovedì in poi mi auguro che gli azzurri facciano bene". Parola di Stefano Sorrentino, portiere del Chievo, che non vuole sentire parlare di gialloblù già battuti in partenza: "Ogni squadra ha i suoi punti deboli - spiega - e Di Carlo ci ha già indicato i loro. Lui è contento di affrontare il Napoli, vuole vedere subito una reazione da parte nostra. Ce la giocheremo". La tattica è scemplice secondo l'estremo difensore clivense: "Li affronteremo a viso aperto - dichiara - poi cercheremo di sfruttare al massimo eventuali loro disattenzioni".

Tra i pali del Napoli ci sarà Morgan De Sanctis, un professionista molto ammirato da Sorrentino: "Ho una grande considerazione per lui - spiega - ha dimostrato sia in Italia, sia in Europa di essere un grande portiere. È cresciuto insieme al Napoli ed è giusto che gli vengano riconosciuti dei meriti perché De Sanctis è importante quanto Cavani, Lavezzi e Hamsik".

Chi invece è più pessimista è il direttore sportivo Giovanni Sartori, che per domani sera si aspetta un Napoli in grande spolvero: "I partenopei sono l’avversario peggiore che il Chievo potesse incontrare. Sta benissimo e questo momento di forma potrà durare a lungo visto che il Napoli è stato costruito con molta attenzione da Bigon - commenta il ds clivense - Non è facile fermare la squadra di Mazzarri. Cesena, Milan e Manchester City non ci sono riusciti perchè la squadra gioca un calcio totale. La forza degli azzurri non è rappresentata da un singolo, ma da un grande collettivo".
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Benessere

    CBD: benefici e controindicazioni

  • Benessere

    Tremolio all’occhio, perché e come evitarlo

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento