rotate-mobile
Martedì, 30 Novembre 2021
Sport Zai / Via Belgio

Setti risponde a Zamparini e Bonacini: "Non accettiamo lezioni di fair play"

Il presidente dell'Hellas Verona risponde per le rime ai colleghi, che nelle ultime ore hanno alimentato la polemica su arbitraggi e atteggiamenti delle squadre nella lotta per la salvezza

Non accetto e non accettiamo noi come Hellas lezioni di fair play e di etica calcistica, da nessuno; purtroppo questi sono atteggiamenti tipici del nostro Paese dove si guarda prima a gli altri e poi alle proprie situazioni. So e sappiamo bene cosa fare e l’Hellas onorerà il suo percorso come ha sempre fatto. Noi siamo retrocessi e sappiamo che siamo stati artefici del nostro destino e non abbiamo mai guardato in casa d’altri ne tantomeno, pur avendone come tanti avuto l’opportunità di farlo, dubitato di qualcuno. Invitiamo quindi tutti gli altri a farlo facendo parlare solo il campo!

Queste le parole del presidente dell'Hellas Verona Maurizio Setti, affidate al sito ufficiale della società, per repilcare alle dichiarazioni che arrivano dalla diatriba tra il presidente del Palermo Maurizio Zamparini e quello del Carpi Stefano Bonacini. 
Da qualche giorno infatti prosegue la discussione avviata dal patron rosanero, che inizialmente aveva accusato il club scaligero di essere stato troppo arrendevole con il Frosinone, per poi passare a criticare l'arbitraggio sfida tra Empoli e Carpi, accusando Valeri di aver condizionato la sfida. A queste sono poi seguite le dichiarazioni del numero 1 emiliano, che prima ha risposto al vulcanico collega e poi ha invitato l'Hellas a fare la propria partita e giocare come  col Milan e con la Juve. 
Frasi che come è logico pensare non hanno fatto piacere alla dirigenza scaligera. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Setti risponde a Zamparini e Bonacini: "Non accettiamo lezioni di fair play"

VeronaSera è in caricamento