rotate-mobile
Sabato, 27 Novembre 2021
Sport

Scommesse, Campedelli lascia Roma: "No comment"

Il presidente del Chievo stato sentito da Palazzi. Ascoltato anche il ds dell'Hellas Gibellini

Non ha voluto lasciare dichiarazioni Luca Campedelli, presidente del Chievo Verona, all’uscita dell’incontro di due ore avuto questa mattina con Stefano Palazzi, il procuratore federale che effettuerà gli interrogatori decisivi per l’inchiesta sul Calcio Scommesse. Il numero uno della squadra della Diga ha abbandonato gli uffici della Procura Federale, in via Po’ a Roma, schivando telecamere e microfoni e dileguandosi frettolosamente. Palazzi questa mattina ha ascoltato anche il direttore sportivo dell’Hellas Verona Mauro Gibellini, del quale, però, allo stato attuale non si hanno novità.

Il procuratore federale questa mattina, entrando negli uffici, aveva detto: "Sarà una settimana intensa" e ancora "faremo tutto quello che dovremmo fare". Tra i primi convocati, oltre a Campedelli e Gibellioni an che l'ex presidente del Ravenna, Gianni Fabbri, e il vicepresidente della squadra giallorossa, Antonio Ciriello. Le dichiarazioni dei romagnoli interessano particolarmente il mondo del calcio veronese, perché sotto la lente di ingrandimento c’è proprio un Ravenna-Hellas dell’anno scorso.

"Ho risposto a tutte le domande in modo esaustivo ma sono stato convocato in maniera sbagliata perchè sono dimissionario dal 18 dicembre scorso". Lo ha detto all'uscita dagli uffici della Procura della Federcalcio l'ex presidente del Ravenna, Gianni Fabbri, ascoltato per circa tre ore dal Procuratore Palazzi. "Preoccupato? Dipendesse da me no. Io sono comunque estraneo a tutte le vicende. Per quanto mi riguarda, il Ravenna non è coinvolto ".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scommesse, Campedelli lascia Roma: "No comment"

VeronaSera è in caricamento