Sport Chievo / Piazza Chievo

Sassuolo - Chievo Verona, la Lega Calcio ha deciso: la rete del pareggio è di Simone Pepe

L'assegnazione della marcatura arrivata a metà primo tempo è una questione che ha tenuto banco per diverse ore, fino a quando la Lega non ha emesso il comunicato con il quale si attribuisce il gol all'ex juventino

A chi attribuire il gol del pareggio del Chievo nella sfida di domenica 27 settembre contro il Sassuolo? Paloschi tocca o non tocca il traversone di Pepe? E in caso un cui il numero 43 non riesca ad intercettare la sfera, questa sarebbe finita comunque in porta o bisogna attribuire il merito della marcatura a Cannavaro e parlare quindi di autorete? Si tratta di una questione che certamente non va ad influire su risultato e classifica, ma che gli amanti delle statistiche e tutti coloro che giocano al Fantacalcio non vedono l'ora di sciogliere. Ci pensa la Lega di Serie A a dipanare ogni dubbio, attribuendo la rete all'ex juventino e spiegando le ragioni in un comunicato pubblicato sul suo sito ufficiale: 

Tanti dubbi (che restano) e immagini riviste molte volte dalle varie telecamere dislocate al Mapei Stadium prima di dipanare l'intricata matassa del gol di ieri del ChievoVerona. Una rete per la quale entrano addirittura in gioco, prima volta da quando nel 2010 la Lega Serie A ha introdotto le Linee Guida per chiarire tali situazioni, tre calciatori: Pepe e Paloschi del ChievoVerona e Cannavaro del Sassuolo.

Sul traversone di Pepe dalla sinistra al 24' si avventano in tanti, nel contatto Paloschi-Cannavaro la palla cambia direzione, infine interviene Cacciatore a toccare il pallone, quando lo stesso aveva già oltrepassato la linea di porta, un problema in meno da affrontare che avrebbe però risolto tutto da subito, con probabile annullamento del pareggio.

Riferendoci alle Linee Guida vanno valutate due questioni. In primo luogo, partendo dalla parte finale dell'azione, chi tocca tra Paloschi e Cannavaro? Le immagini chiariscono che l'attaccante del ChievoVerona non devia il pallone, c'è sempre "luce" tra il corpo di Paloschi e la sfera in tutto il percorso che questa compie sopra la schiena dell'attaccante, ed infatti la palla cambia direzione solo in seguito al tocco, netto, del piede sinistro di Cannavaro. Sarebbe quindi autorete, ma a questo punto bisogna risalire a monte e valutare la traiettoria del cross di Pepe per vedere se era diretto in porta (vedi le Precisazioni del primo criterio). La camera posta ai 16 metri non chiarisce il dubbio (come accennato in apertura di spiegazione): il pallone, senza il tocco di Cannavaro, sarebbe finito nei pressi del secondo palo della porta difesa da Consigli, qualche centimetro dentro o qualche centimetro fuori non è possibile definirlo con certezza, pertanto, sulla base delle Considerazioni finali delle Linee Guida, la rete va attribuita all'autore del tiro-cross, ossia Pepe, che può quindi festeggiare il primo gol in maglia gialloblù.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sassuolo - Chievo Verona, la Lega Calcio ha deciso: la rete del pareggio è di Simone Pepe

VeronaSera è in caricamento