Romulo e Bessa squalificati: per Pecchia scatta l'allarme a centrocampo

Il tecnico perde due delle pedine più importanti della sua rosa per somma di ammonizioni, mentre in allenamento Ganz lavora a parte per un risentimento al quadricipite destro

Piove sul bagnato in casa Hellas Verona, che dovrà rinunciare ad alcune pedine importanti nello scacchiere di Pecchia per la sfida di Trapani, che si disputerà sabato alle 15. 

Bessa e Romulo infatti sono stati fermati dal giudice sportivo per somma di ammonizioni, mentre entrambi i fratelli Zuculini sono entrati in diffida. Durante gli allenamenti inoltre, un risentimento muscolare al quadricipite destro ha costretto Ganz a svolgere del lavoro differenziato, rientra invece dall'avventura con l'Under 21 Alex Ferrari, che sarà quindi a disposizione per la prossima partita. 

Assenze non da poco quelle dei due centrocampisti, con Fabio Pecchia che dovrà quindi reinventarsi il centrocampo in vista del prossimo match. Il tecnico lunedì ha partecipato alla cerimonia di premiazione della 'Panchina d'Oro', dove è stato raggiunto dai microfoni di Sky Sport. Ecco le sue dichiarazioni riportate sul sito della società. 

Il campionato è aperto e ancora tutto è possibile, vedo la squadra in crescita. L'obiettivo del Verona è chiaro, anche se vincere è sempre difficile. In questo momento abbiamo rallentato il nostro cammino ma mancano ancora 10 giornate alla fine del campionato che possono dire molto. Gli ultimi tre pareggi? In casa contro Ascoli e Pisa avremmo meritato ampiamente di vincere, i punti persi pesano sulla classifica. Contro il Pisa avevamo la partita sotto controllo e al di là del rigore non concesso, episodio evidente che si commenta da solo, dovevamo essere bravi a chiudere prima la gara. Stavamo tenendo bene il campo, certe partite si possono vincere anche 1-0 e non avevamo rischiato nulla ma, sull'unica opportunità costruita dagli ospiti, hanno trovato un risultato insperato per loro con un grande gol.
Nel girone di andata, in cui siamo stati sempre davanti, dicevo che la classifica bisogna vederla a fine campionato. È ancora tutto aperto, dobbiamo guardare avanti e al nostro cammino. La Serie B è un campionato difficile, complicato, le squadre che ci sono sotto hanno dei valori per rimettersi in corsa ma io ho grande fiducia nella mia squadra. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Artigiano muore folgorato in strada mentre lavora: inutili i soccorsi del 118

  • Arriva il maltempo in Veneto, pioggia e neve: "Stato di attenzione" della protezione civile

  • Cosa fare a Verona e provincia durante il weekend dal 17 al 19 gennaio 2020

  • Trovano un vero arsenale nella sua casa: 42enne finisce in manette

  • Operaio morto sul lavoro a Legnago, assolto rappresentante dell'azienda

  • Tocca con la motosega i cavi dell'alta tensione: non c'è stato scampo per il 46enne

Torna su
VeronaSera è in caricamento