Sabato, 16 Ottobre 2021
Sport Borgo Milano / Corso Milano

Roma - Hellas Verona 2-0 | Il muro alzato dagli scaligeri regge fino a 15' dalla fine

È Florenzi a sbloccare il risultato per i giallorossi al 75', mentre il raddoppio è un gran gol che porta la firma di Destro. I gialloblu si difendono con ordine ma la formazione di Garcia riesce ad avere la meglio

L'anticipo della quinta giornata di serie A vede l'Hellas Verona uscire sconfitto dallo stadio Olimpico per mano della Roma, che passa nel finale di gara con Florenzi e Destro. 

Mandorlini imposta la gara nell'unica maniera possibile: chiudere bene tutti gli spazi e provare a pungere i padroni di casa in ripartenza. Una tattica che raccoglie qualche frutto, soprattutto nella prima frazione di gioco, e che pare poter condurre i gialloblu a raccogliere un punto all'Olimpico dopo 25 anni. La formazione di Garcia però dimostra ancora una volta di essere una delle migliori formazioni del nostro campionato e, quando mancano quindici minuti al termine, riesce a sfruttare un errato disimpegno degli ospiti grazie alla qualità di uno dei suoi esterni, quando il Verona sembrava aver trovato el giuste contromisure agli assalti romanisti. 

Non devono avere rimpianti i giocatori di Mandorlini, che sono riusciti a mettere in seria difficoltà una delle principali candidate allo scudetto. Solo quando si sono trovati a rincorrere nel risultato, gli scaligeri hanno offerto il fianco alle fughe di Gervinho, entrato nella ripresa per Ljajic, e fino a quel momento bene imbrigliato dalla difesa ospite. Meritata comunque la vittoria della Roma, che ha fatto valere la sua maggiore atleticità e il tasso tecnico superiore.

Da segnalare l'infortunio di Obbadi, uscito sul finire del primo tempo.

PRIMO TEMPO - Fin dai primi minuti di gioco la Roma prova a schiacciare gli scaligeri nella propria metà campo. Fuori misura i primi tentativi da lontano dei giallorossi di Nainggolan e Keita, con i gialloblu che si chiudono bene ma che faticano a tenere il pallone quando lo riconquistano. Anche Obbadi ci prova da lontano al 11': pallone alle stelle. Sempre da fuori è Maicon ad avvicinarsi al Bersaglio al 13' ma senza fortuna. Marques e Sorensen si addormentano al quarto d'ora e Destro è libero di colpire di testa e di sfiorare il palo. Sul ribaltamento di fronte ci prova Gomez ma De Sanctis blocca a terra senza problemi. Contropiede Hellas al 19', ma Jankovic e Brivio non riescono a scambiare e sfuma un'ottima occasione. Marques al 21' anticipa in scivolata Destro su traversone di Cole. Sorensen al 30' riesce a togliere il pallone dalla testa di Totti, che si era avventato sul cross di Ljajic. La difesa scaligera salva sulla linea sul tentativo del capitano giallorosso, con Gollini tagliato fuori dal passaggio di Ljajic. Brivio al 34' pesca Nenè in area, che anticipa Ionita e non inquadra lo specchio della porta. Pericoloso traversone di Obbadi al 37', Nenè sfugge alla marcatura ma manca il pallone che sbatte sulla gamba di Yanga-Mbiwa prima che la difesa romanista riesca a liberare. Sponda della punta brasiliana per Gomez un minuto dopo, il tiro dell'argentino stavolta è più potente ma De Sanctis respinge allungandosi. Destro si gira al limite al 44', ma Gollini para senza problemi.

SECONDO TEMPO - Maicon serve Totti al 46', Gollini di riflesso alza sopra la traversa il tiro del capitano. Continuano a premere i padroni di casa, con i gialloblu impegnati a chiudere gli spazi. Maicon al 60' prova a sorprendere Gollini da posizione defilata ma il 95 scaligero è attento. Grande occasione per Yanga-Mbiwa al 61': il difensore viene lasciato solo su angolo di Pjanic, ma la sua incornata termina a lato. Un minuto dopo è Moras a salvare tutto su assist di Pjanic per Destro. L'Hellas ora fatica a ripartire, con gli avversari che continuano a premere sull'acceleratore. Sorensen la mette bassa al 69', Nenè questa volta anticipa Manolas ma calcia alle stelle. Keita entra con il piede a martello su Ionita al 72' e Russo non estrae nemmeno il cartellino giallo. Tachtsidis al 73' mette in mezzo un pallone velenoso ma Moras manca la deviazione vincente sotto porta. Al 75' un pallone vagante capita sui piedi di Florenzi fuori dall'area di rigore, il 24 non ci pensa due volte e calcia trovando l'angolino basso sul secondo palo. Gervinho in fuga al 78', salta tutta la difesa e serve Destro che sciupa il raddoppio. È ancora Gervinho a seminare il panico al 81', a beneficiare del passaggio stavolta è Florenzi che calcia a botta sicura ma Gollini alza sulla traversa. Destro al 86' calcia da oltre trequarti campo e sorprende l'estremo difensore scaligero.

ROMA - HELLAS VERONA 1-0

MARCATORI: Florenzi (R) al 75', Destro (R) al 86' 

ROMA (4-3-3): 26 De Sanctis; 13 Maicon, 2 Yanga-Mbiwa, 44 Manolas, 3 Cole; 4 Nainggolan (dal 83' 32 Paredes), 20 Keita, 15 Pjanic; 8 Ljajic (dal 58' 27 Gervinho), 10 Totti (dal 67' 24 Florenzi), 22 Destro.

A disposizione: 1 Lobont, 28 Skorupski, 25 Holebas, 35 Torosidis, 50 Somma, 53 Verde, 83 Emanuelson, 91 Calabresi, 96 Sanabria. Allenatore: Rudi Garcia.

HELLAS VERONA: 95 Gollini; 5 Sorensen, 18 Moras, 25 Marques,  28 Brivio; 8 Obbadi (dal 43' 30 Campanharo), 77 Tachtsidis, 23 Ionita; 11 Jankovic (dal 83' 27 Valoti), 99 Nenè (dal 71' 9 Toni), 21 Gomez Taleb. 

A disposizione: 32 Ferrari, 69 Salvetti, 2 Rodriguez, 7 Saviola, 16 Luna, 17 Lopez, 40 Gonzalez, 93 Fares, 96 Cappelluzzo. Allenatore: Andrea Mandorlini.

ARBITRO: Carmine Russo di Nola.

AMMONITI: Nenè, Manolas

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Roma - Hellas Verona 2-0 | Il muro alzato dagli scaligeri regge fino a 15' dalla fine

VeronaSera è in caricamento