Domenica, 24 Ottobre 2021
Sport Valverde / Via della Valverde

Scandola-Gaspari si arrendono alla sfortuna nella seconda tappa del Rally di Svezia

Durante il trasferimento tra la prima e la seconda prova di ieri un piccolo oggetto "sparato" da un’altra auto è finito per danneggiare irrimediabilmente il radiatore della Fabia del pilota italiano che si è dovuto fermare: "Prima un rumore, poi si accesa la spia dell'acqua"

Giornata decisamente negativa per Umberto Scandola e Andrea Gaspari al Rally di Svezia. La seconda lunga tappa di sabato era partita in salita con un ritardo importante. Nella prima frazione cronometrata del mattino, la PS 9 Torntorp da 20 km, un concorrente partito prima dell’equipaggio veronese capottava in un tratto stretto bloccando la strada e facendo perdere circa 5 minuti alla Škoda numero 38.

Un ulteriore problema è sopraggiunto nel trasferimento successivo durante l’avvicinamento alla seconda prova. Dalla vettura di un altro concorrente è partito un piccolo oggetto, probabilmente un chiodo, che staccatosi da un pneumatico è stato malauguratamente "sparato" nel radiatore della Fabia di Scandola facendo uscire tutto il liquido refrigerante. A differenza di ieri l’equipaggio non è riuscito a risolvere il problema tecnico e si è dovuto arrendere.

La vettura rientrata al parco assistenza trainata da un mezzo di recupero è stata poi sistemata dal team S.A. Motorsport Italia e potrà ripartire, anche se con una pesante penalità, nella tappa finale.

«A volte noi piloti abusiamo del termine sfortuna, ma in questo caso non saprei come commentare in altro modo quello che ci è successo stamattina all’inizio della tappa - racconta Umberto Scandola - Nella prima prova (PS 9) un concorrente che partiva prima di noi ha capottato e abbiamo perso circa 5 minuti. Successivamente lungo il trasferimento verso la seconda prova abbiamo sentito un rumore, come tanti altri che si sentono in auto, ma poi si è accesa la spia della temperatura dell’acqua. Appena prima ci aveva sorpassato un altro concorrente che inavvertitamente ha "sparato" qualcosa che ha bucato il radiatore. Io e Andrea abbiamo provato a chiudere il forellino ma con il freddo il turafalle non è servito e ci siamo dovuti ritirare. L’unico aspetto positivo che il motore non si è danneggiato e domani rientreremo per disputare le ultime prove».

Al momento la seconda ŠKODA Fabia R5 del team S.A. Motorsport Italia condotta da Luca Hoelbling e Mauro Grassi è 33° assoluta e quattordicesima tra le vetture di RC2 e primi italiani.

Domenica 18 la terza e ultima tappa del rally da 151 km di cui 52 cronometrati con 3 prove speciali. La terza “Torsby 2” è la power stage trasmessa in diretta alle ore 12.15 da Fox Sport (Sky 204). Partenza dal parco chiuso di Torsby alle 6.30 (prima vettura) e arrivo sempre a Torsby alle 12.38.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scandola-Gaspari si arrendono alla sfortuna nella seconda tappa del Rally di Svezia

VeronaSera è in caricamento