menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Francesca Porcellato

Francesca Porcellato

L'atleta Francesca Porcellato vince il Premio Verona Giovani 2012

Quest’anno gli ideatori e promotori del concorso hanno inteso focalizzare l’attenzione sul tema “Quando tutto diventa possibile. Storie di persone diversamente normali”. la consegna avverrà lunedì

Lunedì 17 dicembre 2012 sarà conferito all’atleta Francesca Porcellato il Premio Verona Giovani 2012. La cerimonia di consegna del Premio, opera del maestro del ferro artistico Marco Bonamini, si svolgerà nella prestigiosa cornice di Villa Quaranta nel corso della Cena di Natale del Gruppo Giovani Imprenditori di Apindustria Verona.

IDEE INNOVATIVE - Fin dalla sua creazione, il Premio Verona Giovani ha inteso proporsi come occasione per “muovere” idee e pensieri innovativi, in modo per certi versi provocatorio, suscitando interrogativi e curiosità. Quest’anno gli ideatori e promotori del Premio hanno inteso focalizzare l’attenzione sul tema “Quando tutto diventa possibile. Storie di persone diversamente normali”. “Sport e impresa – ha sottolineato Alessandro Ferrari, presidente GGI Api – sono accomunati da una serie di peculiarità e di valori di riferimento. Si pensi a concetti quali dedizione, impegno, tenacia: caratterizzano sia gli imprenditori che gli sportivi. Per avere successo sono necessari grinta e spirito di sacrificio. L'imprenditore capace, come lo sportivo “vincente”, non è solo chi raggiunge un risultato in termini di “medaglie” conquistate, bensì chi sa superare i propri limiti ed è capace di risollevarsi dai momenti negativi”. Un comune denominatore lega l’attività degli imprenditori e degli sportivi non solo in riferimento agli sport di squadra (capacità e qualità del lavorare in team), ma anche a quelli individuali: «a caratterizzare un'azienda è la continua evoluzione – continua Ferrari – e, come nello sport, si deve essere aperti ai cambiamenti, pronti a fronteggiare le difficoltà e protesi al raggiungimento di traguardi sempre nuovi».

LA FORZA DELLA PASSIONE - L’atleta paralimpica Francesca Porcellato ha saputo testimoniare mirabilmente come passione, interesse, determinazione, serietà e costanza siano la base imprescindibile per il raggiungimento di ogni obiettivo. Nata a Castelfranco Veneto, valeggiana di adozione, la “rossa volante” (così soprannominata per la chioma fulva) vanta 8 partecipazioni ai Giochi Paralimpici (6 ai Giochi estivi e 2 a quelli invernali) e 11 medaglie conquistate. Una lesione midollare l’ha resa paraplegica all’età di 18 mesi, ma non ha ostacolato la realizzazione dei suoi progetti. La sua “diversa” normalità non le ha impedito di realizzare il suo sogno, diventare una sportiva. Si è anzi dedicata all’attività sportiva a tutto tondo, applicandosi a diverse discipline (dai 100 metri, alla Maratona, allo sci di fondo) e conquistando un palmarès di tutto rispetto: detiene il record mondiale nella maratona (1h.38'29") e nove record italiani (dai 100 metri alla massima distanza).

LA STORIA - Istituito nel 2008 in occasione del ventennale della costituzione (19 maggio 1988) del Gruppo Giovani per segnalare giovani veronesi particolarmente distintisi in ambito economico, culturale, politico, sociale, sportivo, dello spettacolo, il Premio Verona Giovani è giunto quest’anno alla sua quinta edizione. Questo l’albo d’oro: sindaco Flavio Tosi (2008), ricercatori Francesco Bifari e Ilaria Decimo (2009), regista Gaetano Morbioli (2010), direttore d’orchestra Andrea Battistoni (2011).

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Benessere

    Pasta di legumi: benefici e ricetta

  • social

    Aperti online i Casting dello Zecchino d’Oro

  • social

    L'Acqua in uno scatto: concorso a premi

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento