Lunedì, 18 Ottobre 2021
Sport Centro storico / Corso Sant'Anastasia

Calzedonia, a Perugia il match da dentro o fuori: "Giocheremo col coltello fra i denti"

Annullato il fattore campo, la Bluvolley torna nel palazzetto umbro per giocarsi la qualificazione alla semifinale scudetto, dove Trento attende la vincente tra le due formazioni

Una gara da dentro o fuori con in palio l’accesso alle semifinali scudetto. Dopo aver puntualmente annullato il fattore campo nelle prime due sfide, la Calzedonia Verona e la Sir Safety Perugia si ritroveranno di fronte mercoledì 22 aprile alle ore 20.30 per gara 3 dei quarti di finale.
Dopo la sfida di domenica giocata a Verona, la Calzedonia Verona ha lavorato nell’impianto scaligero nel pomeriggio di lunedì e nella mattinata di martedì. Nella stessa giornata la partenza per l’Umbria dove il gruppo gialloblù arriverà in serata.

QUI CALZEDONIA - Andrea Giani, coach della Calzedonia Verona, prima della partenza per Perugia ha commentato: “E’ la “bella” di una sfida sicuramente entusiasmante. Giocheremo contro una squadra che ha dimostrato di voler vincere a tutti i costi e noi scenderemo in campo con il coltello tra i denti. Sarà una partita da dentro o fuori, bella, bellissima, carica di emozioni e la vogliamo vincere. Andremo a giocare questa partita sapendo quali sono i nostri punti di forza e saranno quelli che ci permetteranno, nel caso, di vincere la partita. Abbiamo giocato tante partite contro, i valori individuali e i sistemi di squadra si conoscono bene. Credo che tanto lo faccia, in questo momento, il particolare del giocatore e il saper gestire le proprie emozioni. E’ una partita dove il carico emotivo sarà molto grande perché è la “bella” della serie, per cui una delle due squadre rimarrà a casa”. Il tecnico scaligero ha poi proseguito: “Credo che la pressione sarà uguale per entrambe le squadre. Tutte e due le formazioni vogliono vincere e a tutte e due brucerà uscire. E’ il quarto più equilibrato e sicuramente per la squadra che passerà avrà un bel vantaggio perché arriverà da una serie di alto livello. In semifinale la vincente incontrerà Trento, ma dopo tre partite di alta qualità. Vogliamo vincere, ma vorranno vincere anche loro per cui sarà una gara da scintille”.

Attualmente il fattore campo non è mai stato rispettato. Giani commenta: “Lo dicevo prima dei play off, credo che il fattore campo incida marginalmente. Incide di più la qualità della squadra, la qualità di gioco che una formazione sa esprimere. Noi abbiamo fatto una bella partita a Perugia e abbiamo vinto, Perugia ha giocato bene al PalaOlimpia e ha conquistato il successo nonostante due palazzetti pieni di gente. Chi giocherà meglio vincerà”.

QUI PERUGIA - Dopo il match di Verona, la Sir Safety è rientrata in umbria domenica notte assieme ai trecento tifosi che l'hanno seguita nell'impianto scaligero. Anche per la formazione allenata da Nikola Grbic, i due giorni sono serviti per ritrovare energie e concentrazione in vista dell'ultimo atto. Goran Vujevic, ha dichiarato: "In gara 2 abbiamo dato una bella risposta dopo la sconfitta nel primo incontro della serie. A Verona siamo scesi in campo pronti a dare tutto e si è visto per quasi tutta la partita che volevamo vincere. Se giochiamo così credo che possiamo arrivare lontano. Ma adesso nulla è scontato, dobbiamo vincere domani in casa, dobbiamo ripeterci che è la cosa più difficile da fare. Il fattore campo? Finora in questa serie non c’è stato. Sarà un’altra partita aperta, bisogna giocare bene per vincere, se giochi sotto un certo livello esci. Verona è squadra di valore, un suo grande punto di forza è battere bene e dovremo tenere un ritmo alto come in casa loro e mostrare in campo quanto fatto al PalaOlimpia. Ora è importante recuperare energie e prepararsi al massimo. Ci teniamo tutti a passare il turno e speriamo che il nostro meraviglioso pubblico ci dia una mano come ha sempre fatto".

GLI ARBITRI - Stefano Cesare e Omero Satanassi saranno i due arbitri della gara del PalaEvangelisti. Cesare ha già diretto la Calzedonia Verona nelle trasferte di Piacenza, Molfetta, Latina e Ravenna. Satanassi, invece, in quelle di Monza, Milano, Trento e al PalaOlimpia contro Molfetta. Entrambi sono direttori di gara internazionali.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Calzedonia, a Perugia il match da dentro o fuori: "Giocheremo col coltello fra i denti"

VeronaSera è in caricamento