rotate-mobile
Mercoledì, 19 Gennaio 2022
Sport

Per il Chievo una sconfitta che non fa male

Giallobl ampiamente rimaneggiati col bari, la salvezza non compromessa

Una sconfitta che non fa male. Certo, perché perdere contro una diretta rivale, il Bari, per la lotta salvezza scendendo in campo con una formazione ampiamente rimaneggiata ci sta. Con mister Domenico Di Carlo costretto in tribuna dopo la scottante squalifica per blasfemia, in panchina si è seduto il secondo Roberto Murgita, e con assenti illustri Luciano, Yepes, Marcolini e Rigoni, ai quali si è subito aggiunto Morero, out dopo pochi minuti, a questo Chievo non si poteva proprio chiedere di più.
 
Eppure i gialloblù hanno lottato seppur con i mezzi che passava il convento. Il Bari è passato, ma non ha incantato, un Chievo al completo avrebbe potuto piegare tranquillamente i pugliesi.

In ogni caso gli uomini di Di Carlo non hanno compromesso la loro corsa salvezza. I punti sulla terzultima piazza, attualmente occupata dal Livorno, sono 12 con 11 partite al termine del campionato. Quindi un vantaggio che può essere amministrato, ma occhio a perdere la concentrazione e pensare che la salvezza sia stata già raggiunta.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Per il Chievo una sconfitta che non fa male

VeronaSera è in caricamento