menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il saluto dei tifosi dell'Hellas Verona a Giampaolo Pazzini

Il saluto dei tifosi dell'Hellas Verona a Giampaolo Pazzini

Pazzini dà l'addio al calcio giocato: «È stato un viaggio PAZZesco!»

L'ex capitano dell'Hellas Verona ha annunciato il ritiro con un post sui social: inizierà il corso per diventare direttore sportivo

«Ciao CALCIO, sono passati più di 30 anni da quando ci siamo conosciuti… Ero un bambino la prima volta che ho stretto un pallone tra le mani e da allora è diventato per me come un “amico inseparabile”. Ero un ragazzino come tanti, con una vita davanti e mille sogni nel cassetto che sperava di diventare un giorno un calciatore di serie A».
Inizia così il post affidato ai social network con il quale Giampaolo Pazzini ha annunciato il suo ritiro dal calcio. 
Dopo aver vestito e segnato con le maglie di Atalanta, Fiorentina, Sampdoria, Inter e Milan, nel 2015 il Pazzo firmò un quinquennale con l'Hellas Verona (nel mezzo la parentesi in prestito al Levante) che si è concluso al termine della scorsa stagione: tra cadute e risalite, con i gialloblu ha conquistato due promozioni ed ora inizierà il corso per diventare direttore sportivo. 

Guardavo i grandi campioni in tv - prosegue Pazzini - e con loro sognavo la maglia azzurra della nazionale, la magia degli stadi pieni di tifosi e la Champions League; ma mai avrei pensato che un giorno tutto ciò diventasse realtà e che grazie a te potessi vivere così tante emozioni.
Quel bambino pian piano si è fatto grande e grazie a te ha realizzato uno ad uno tutti i suoi sogni e sai cosa ti dico: “È stato tutto pure più bello di come me l’immaginavo!”. Adesso però siamo arrivati alla nostra resa dei conti ed è giunto il momento di lasciarti riposare, penso sia giusto così.
Avrei potuto continuare per vivere ancora un po’ quelle sensazioni ed emozioni che solo tu sai darmi, forse sì; il bambino che è in me avrebbe voluto continuare a farlo, ma l’uomo mi dice che è arrivato il momento di salutarci anche perché so già che tutto ciò mi mancherà anche tra 20, 30, 40 anni, perció: Grazie di tutto!

È stato un viaggio PAZZesco!».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Benessere

    I 5 DPI più efficaci per contrastare il Covid-19

  • Casa

    Bollette luce e gas: come ottenere la rettifica

  • Formazione

    Quali sono le soft skills più richieste nel 2021? Come apprenderle

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento