rotate-mobile
Mercoledì, 8 Dicembre 2021
Sport

Partita chiave per la Tezenis contro il Barcellona

Tra i giallobl esordir il lettone Jurevicius. La Tezenis al penultimo posto della classifica

Partita al limite dell’impossibile quella di domenica prossima a Barcellona contro la squadra rivelazione del campionato. Infatti la neo promossa Barcellona finora ha perso solo tre partite, delle quali due ai tempi supplementari, sempre imponendo il ritmo e viaggiando ad una media di oltre 85 punti a partita. Il tutto grazie alla guida di un coach di tutto rispetto come Cesare Pancotto, nome storico del basket italiano, e grazie ad un organico che definire solido sarebbe un eufemismo alla quale si deve aggiungere il vero leader, il play Usa Crispin.

Giocatore dall’ottima visione di gioco, Crispin è il capocannoniere indiscusso del campionato (25 punti di media), con un ottimo tiro dalla lunga distanza, assomiglia molto come gioco all’indimenticato Iuzzolino. Fino a qui le note “dolenti”, bisogna però ricordare che Achara non giocherà perché infortunato, mentre Hicks è a Panama per motivi familiari ed è quindi in forse la sua presenza domenica. Verona, di contro, può schierare il neo acquisto Jurevicius, guardia-ala lettone che ben si è mosso nei primi allenamenti con la squadra. Comunque la partita è importantissima per la classifica di Verona, siamo penultimi ed una vittoria “impossibile” a Barcellona ci permetterebbe di agganciare Forlì oltre che ad essere fondamentale per lo spirito della squadra. Barcellona 60%-Verona 40%. Indubbiamente durissima partita, se Porta riuscisse a contenere Crispin e si obbligasse (con una difesa asfissiante) i siciliani a giocare molti palloni sotto canestro forse potremmo avere qualche possibilità.

 
Il Villafranca (B dilettanti) ospita Pordenone per un incontro diretto per la relativa sicurezza, mentre San Bonifacio (C dilettanti) è impegnato nella durissima trasferta contro la capolista Cremona.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Partita chiave per la Tezenis contro il Barcellona

VeronaSera è in caricamento