Sport

L'Hellas combatte e sbanca lo stadio Tardini con un eurogol di Lazovic

Messi in difficoltà dal Parma andato sotto dopo soli 10 minuti, i gialloblu hanno retto all'urto degli uomini di D'Aversa e hanno conquistato tre punti importantissimi con un'ottima prova

L'esultanza di Lazovic dopo il gol - Foto Ansa

L'Hellas Verona ha ritrovato la vittoria nel turno infrasettimanale di Serie A, valido come decima giornata, battendo il Parma allo stadio Tardini con il risultato di 1-0. 

Tornato Veloso assente contro il Sassuolo, Juric ha scelto di mandare in campo Stepinski e Salcedo, al posto di Di Carmine e Zaccagni. I gialloblu sono partiti subito forte, cercando subito di sfondare sulle fasce, mettendo in moto Lazovic e aggredendo gli avversari nella loro metà campo, in modo da non lasciarli uscire. Un attegggiamento che ha dato subito i suoi frutti: al 10' infatti il laterale ex Genoa si è accentrato e ha lasciato partire un potente destro, che si è infilato all'incrocio sul primo palo senza lasciare scampo a Sepe. La reazione dei padroni di casa è tardata ad arrivare, limitati nel palleggio dai ragazzi di Juric che hanno cercato in tutti i modi di togliere i rifornimenti alle punte, senza rinunciare a giocare. La prima occasione interessante per i ducali è arrivata dunque al 21', quando Gervinho ha messo fuori di testa una palla vagante in area. La pressione dell'undici di D'Aversa però è gradualmente salita e l'ala ivoriana ha iniziato a provare le sue classiche accelerazioni, che al 30' l'hanno portata a chiamare in causa Silvestri da posizione defilata, il quale si è fatto trovare pronto. Costretto a difendersi con grande concentrazione, il Verona ha provato ad accendersi in contropiede, commettendo alcuni errori e vanificando così i propri sforzi. Nel finale però sono arrivate due occasioni per parte: la prima al 44' con Kumbulla, che ha costretto Sepe ad un grande intervento per respingere il suo colpo di testa; la seconda, un minuto dopo con Gervinho, che non ha concretizzato una bella ripartenza. 

La ripresa ha visto i padroni di casa partire con grande convinzione per cercare il pareggio, subito con Barillà, che non è riuscito a cogliere un traversone in area per l'ottimo lavoro di Amrabat, e poi con Gervinho, che al 49' ha scambiato in area e poi di destro a centrato la traversa. Nel mezzo, il tentativo da fuori del neo entrato Zaccagni, che non ha inquadrato la porta. Molto concentrato a non lasciare pertugi agli avversari, il Verona per diversi minuti non è riuscito a portare pericoli alla porta di Sepe, impedendo però anche agli avversari di creare nitide occasioni. Al 65' però lo stesso Lazovic ha avuto la palla buona per il raddoppio, servito in area da Faraoni, ma la sua volée d'interno è terminata di poco a lato con il portiere battuto. Due minuti dopo invece, con la difesa scaligera in affanno, Darmian ha visto respingersi il proprio tiro a botta sicura, mentre al 71' Silvestri, non impeccabile sull'incornata di Dermaku, ha smanacciato in corner prima dell'arrivo di Kucka. Con entrambe le formazioni stanche, il Parma ha cercato gli ultimi assalti, trovando solo un sinistro velenoso di Karamoh, che il numero 1 scaligero ha deviato sopra la traversa. 

LA CRONACA E IL TABELLINO

Sono tre punti preziosissimi quelli che l'Hellas Verona ha ottenuto allo stadio Tardini, al termine di una partita che lo ha visto in difficoltà in alcune fasi, contro un avversario voglioso di recuperare. Al grande inizio dei gialloblu infatti, gli emiliani hanno opposto una crescita graduale che soprattutto nella prima frazione, li ha portati a mettere alle corde gli scaligeri in alcuni frangenti. L'ottima organizzazione e il lavoro chiesto agli attaccanti da Juric (Stepinski si è visto quasi di più in fase di recupero palla), ha però permesso agli ospiti di concedere poche occasioni e di blindare la porta di Silvestri. Resta sempre da migliorare una fase offensiva che forse al Tardini è stata limitata dalla necessità del Parma di raggiungere il pareggio. 
La prossima sfida in calendario, vede ora i gialloblu ospitare il Brescia alle ore 15 di domenica. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'Hellas combatte e sbanca lo stadio Tardini con un eurogol di Lazovic

VeronaSera è in caricamento