menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Dopo il pari col Padova, l'Hellas si mette al lavoro: "Testa al Cosenza"

Il punto raccolto nella prima giornata non ha soddisfatto Fabio Grosso: "Siamo consapevoli di aver dato tutto dal punto di vista dell'applicazione e di avere quindi ampi margini di miglioramento per provare a fare meglio in futuro"

L'avventura in Serie B di Fabio Grosso con l'Hellas Verona non è iniziata nel migliore dei modi, con i gialloblu che davanti al proprio pubblico non sono riusciti ad andare oltre l'1-1. Sul terreno del Bentegodi, i padroni di casa hanno dimostrato di non aver ancora terminato il rodaggio, faticando a creare occasioni da rete e trovando qualche spazio solo nella parte finale del match, quando gli uomini di Bisoli hanno calato ritmi e pressione. 
I gialloblu dunque hanno "assorbito" correttamente le intenzioni del proprio allenatore e hanno provato a fare la partita, ma con i meccanismi ancora poco oliati sono risultati prevedibili, al punto da non riuscire a mettere mai Di Carmine nelle condizioni di rendersi pericoloso, mentre Pazzini ha sfiorato il gol solo grazie ad una sua invenzione.
Situazioni da migliorare che non sono sfuggite a Fabio Grosso, che nel post-partita si è mostrato insoddisfatto del risultato, come riportato dal sito ufficiale della società. 

Non era il risultato che volevamo, ma portiamo a casa questo punto espressione di quanto visto in campo. Siamo consapevoli di aver dato tutto dal punto di vista dell'applicazione e di avere quindi ampi margini di miglioramento per provare a fare meglio in futuro. Dovremo essere bravi a diventare una squadra prima possibile, oggi il Padova è stato bravo a portare a casa un punto approfittando dei nostri errori, soprattutto nel nostro collegamento tra i reparti e il palleggio che sono da migliorare. Nel finale abbiamo creato i presupposti per portarla a casa e questo non ci rende contenti del risultato, mi auguro che col tempo sapremo eliminare i tanti errori commessi. I nuovi entrati? Sono molto contento di tutti, solo una grande parata ha impedito a Pazzini di segnare. La testa è già al Cosenza. 

Autore del gol che ha illuso la tifoseria scaligera, Alberto Almici ha sottolineato come nel secondo tempo la squadra sia riuscita ad arginare le folate dei patavini e a rendersi pericolosa, andando vicina alla rete della vittoria. 

Nel primo tempo abbiamo faticato a trovare le misure, nei secondi quarantacinque minuti abbiamo fatto meglio anche perché le occasioni più importanti le abbiamo avute noi per vincere. Abbiamo concesso poche ripartenze al Padova, uno dei loro punti di forza. Questa è una partita da cui potremo prendere spunto, volevamo un risultato diverso però stiamo lavorando per cercare di fare il massimo giornata dopo giornata e per conquistare sempre la vittoria. Il gol? Dispiace che non sia servito alla vittoria. Personalmente sono contento sia arrivata la prima rete tra i professionisti. La dedico a mia moglie e a mia madre, che la aspettava da tanto. 

Intervistato da Dazn a fine gara, Samuel Di Carmine ha reso merito agli avversari ed espresso tutta la propria fiducia verso il progetto della società gialloblu. 

La gara? Non è stato semplice, il Padova difendeva bene e metteva tanti uomini dietro la linea della palla. Questa è una squadra nuova, ma con il tempo riusciremo ad esprimere appieno il nostro potenziale. Dobbiamo fare in modo che ciò avvenga il prima possibile perché il tempo non è molto, però siamo una squadra forte e presto il gruppo lo dimostrerà. Da solo o in coppia? A me vanno bene tutte le soluzioni che deciderà il mister. 

Lunedì mattina la squadra è tornata al lavoro agli ordini del tecnico, nell'impianto dello Sporting Center 'Il Paradiso' di Peschiera, in vista della sfida fissata per le 18 di sabato 1 settembre, che li vedrà affrontare il Cosenza fuori casa. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Benessere

    CBD: benefici e controindicazioni

  • Benessere

    Tremolio all’occhio, perché e come evitarlo

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento