Pareggio a Salerno dietro le spalle, l'Hellas vede solo Spal

Il tecnico Mandorlini ottimista sul match contro i ferraresi ma dovr tenere conto delle assenze

Pareggio a Salerno dietro le spalle, l'Hellas vede solo Spal
La terza sconfitta di Andrea Mandorlini sulla panchina gialloblù è già alle spalle: il tecnico romagnolo volta pagina e si concentra immediatamente sul prossimo impegno ufficiale. "Quanto accaduto in Campania non conta più, ormai fa parte del passato. Non siamo stati contenti della partita e soprattuto del risultato, come sempre gli episodi condizionano notevolmente. Con maggior attenzione avremmo trovato il pareggio, speriamo di rifarci subito con la Spal. Pensiamo solo al match con gli emiliani". Ultimi allenamenti in vista del match di sabato, e diversi giocatori sono ancora sotto osservazione: "Abbate è ancora out, dovremo valutare Hallfredsson fermato da un virus influenzale nel corso della notte, cerchiamo di recuperare più elementi possibili. Berrettoni è invece a disposizione, si è allenato col resto dei compagni. Facciamo una partita da squadra, come successo tante volte". Intanto, domenica scorsa, Francesco Cangi è tornato in campo per una gara di campionato, complice un problema muscolare che ha fermato Matteo Abbate. L'esterno, ex Gallipoli, mostra grande fame di vittorie, dopo aver ritrovato una maglia da titolare: "Ho lasciato alle spalle l'infortunio che mi ha bloccato dal 9 gennaio, sono tornato a disposizione da tre-quattro partite, spero di fornire il mio contributo e di tornare a buoni livelli. Ho trovato un Verona cambiato grazie all'arrivo di Mandorlini, consapevole dei propri pregi e dei difetti. Al di là del ko di Sorrento stiamo lavorando per acciuffare tre punti necessari al fine di raggiungere l'obiettivo".

La Spal dista due punti, avendo centrato con la Reggiana il primo bottino pieno dell'era-Remondina: "Siamo tutti vicini, il campionato è molto difficile. La lotta per i play-off ed i play-out è racchiusa in poche lunghezze, dobbiamo continuare a guardare in casa nostra cercando di mantenere la posizione. Basta un passo falso per restare fuori dal gruppo. Ciò che conta è affrontare una partita alla volta, sabato sarà fondamentale concedere meno possibile agli avversari. Aver ritrovato il successo ha aiutato ad invertire la rotta emiliana, al "Bentegodi" ogni avversario tira fuori il meglio. Ultimamente in casa abbiamo fatto valere il fattore-campo, cerchiamo di ripeterci".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Arriva il maltempo in Veneto, pioggia e neve: "Stato di attenzione" della protezione civile

  • Omicidio a Verona: ammazza una 51enne e confessa due giorni dopo

  • Ladri acrobati si arrampicano fino al quinto piano e svaligiano l'appartamento

  • Braccato dai carabinieri per il tentato omicidio della fidanzata, si dà fuoco

  • Folle inseguimento, poi fuga a piedi: carabinieri sulle tracce di una banda di ladri

  • Vivevano alle spalle della coppia e facevano prostituire la donna: arrestati

Torna su
VeronaSera è in caricamento