Martedì, 19 Ottobre 2021
Sport San Martino Buon Albergo

Avesani incontra l'atleta Ferrarin: "Tutto San Martino è con te"

Il sindaco ha voluto augurare al campione scaligero un grande buona fortuna in vista delle paraolimpiadi di Londra, in cui Ferrarin spera di bissare i successi ottenuti in ambito nazionale

Il sindaco di San Martino Buon Albergo Valerio Avesani ha incontrato questa mattina in Municipio Michele Ferrarin, l’atleta sanmartinese che parteciperà alle Paralimpiadi di Londra, in programma dal 29 agosto. “Avere un nostro concittadino che prende parte ad una manifestazione così importante ci riempie d’orgoglio”, ha evidenziato Avesani, accompagnato dal vicesindaco Franco De Santi.  “Non vedo l’ora di vivere questa esperienza. Mi sono allenato molto e i miei sforzi sono stati premiati con la convocazione in nazionale. Ora l’obiettivo è entrare in una finale”, ha spiegato Ferrarin, che ha recentemente compiuto 41 anni.

L’atleta arriva da una stagione in cui si è messo in mostra sia a livello nazionale che internazionale, vincendo i 100 delfino ai campionati italiani e battendo il record italiano sia dei 100 rana che dei 200 misti al 26esimo Meeting di Berlino. “Da giovane sono stato allenato da Federico Bonifacenti (alla guida del centro federale di alta specializzazione di Verona "Alberto Castagnetti" ed ex allenatore di Federica pellegrini ndr) e sono stato più volte campione italiano, ma dopo la malattia, con il passare degli anni, la mia carriera sportiva invece di rallentare è stata caratterizzata da nuovi successi”.   Lo spartiacque è stata una malattia neurologica, la atrofia muscolare spinale, che lo ha colpito a 27 anni e che in gara gli impedisce l’uso del braccio sinistro. “Quando uno sportivo si trova di fronte a questa nuova realtà deve scegliere tra due strade: o si ferma oppure la passione ti spinge a continuare, facendoti vivere esperienze inedite. Il nuoto per me è una valvola di sfogo e ho la fortuna di poter condividere l’amore verso questo sport con mia moglie, con cui mi alleno”. Ferrarin, che in passato ha gareggiato anche nel Paratriathlon, si divide tra il lavoro in ufficio (è responsabile amministrativo di un’azienda a Belfiore) e gli allenamenti in vasca, supportato da Alberto Busato.

“Ho sempre nuotato in piscina aperte al pubblico, fianco a fianco ad altri appassionati e pagando il biglietto”, ha spiegato Ferrarin, che è anche padre di due figli, Vittoria di 9 anni ed Edoardo di 6. “Speriamo di poter realizzare presto il progetto della piscina comunale di San Martino Buon Albergo, così potrai allenarti a due passi da casa”, ha aggiunto Avesani.  Ferrarin è tornato alcuni giorni fa da un allenamento collegiale che si è svolto a Roma e venerdì 24 agosto partirà per Londra. La sua prima gara, i 100 delfino, si terrà il 30 agosto. Poi l’atleta sanmartinese nuoterà i 100 rana l’1 settembre e i 200 misti il 5 settembre. “Le sensazioni sono buone, so di essermi allenato bene e non ho più l’età per farmi prendere dalla tensione, anche se sono consapevole che sarà un’emozione unica”. Il sindaco Avesani, consegnandogli il gagliardetto del Comune, ha sottolineato come Ferrarin sia “un esempio da seguire per molti giovani, soprattutto per la dedizione e l’impegno che ha dimostrato nei momenti difficili della malattia. Tutto San Martino Buon Albergo ti sostiene”.            

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Avesani incontra l'atleta Ferrarin: "Tutto San Martino è con te"

VeronaSera è in caricamento