rotate-mobile
Domenica, 25 Settembre 2022
Sport

Panchina Chievo, Pioli prepara lo sprint finale

Il tecnico del Sassuolo in vantaggio sulla coppia-nostalgia formata da Corini e D'Angelo

Ci siamo. Forse quello che il presidente Luca Campedelli voleva era questo: restare l'ultima squadra di serie A con una X al posto dell'allenatore. Adesso, con la quasi ufficializzazione di Rafa Benitez all'Inter, c'è riuscito. Scherzi a parte, il tempo comincia a stringere. E la margherita che Campedelli sfoglia ormai da settimane ha sempre meno petali. E gli ultimi due petali sono diversi ma entrambi suggestivi.

Da una parte Stefano Pioli, eliminato dal Toro con il suo Sassuolo nei playoff di B e quindi ormai libero da impegni e pensieri. E dall'altra parte una pazza idea che mette in campo sogni, progetti e nostalgia: l'accoppiata Eugenio Corini-Icio D'Angelo, ovvero due pezzi gloriosi della storia del Chievo. L'impressione, alla fine, è che Campedelli scelga un tecnico come Pioli, che ha già vissuto una stagione in seria A con il Parma e può garantire quell'esperienza in panchina che nè Corini nè D'Angelo possono ancora vantare.

Stefano Pioli, 44 anni, un passato da calciatore ad alto livello con crociati, Juventus, Verona, Fiorentina, Padova, Pistoiese, Fiorenzuola e Nazionale Under 21, tornerebbe sul palcoscenico maggiore a quattro stagioni di distanza dall'avventura nella sua città natale (campionato 2006-2007). Pioli ha allenato anche Salernitana, Modena, Grosseto e Piacenza.  Senza contare che al Chievo è già stato, come allenatore delle giovanili, nella stagione 2002-2003.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Panchina Chievo, Pioli prepara lo sprint finale

VeronaSera è in caricamento