Giovedì, 21 Ottobre 2021
Sport Centro storico / Corso Porta Nuova

Milan - Hellas Verona, le probabili formazioni | Cirigliano e Donati in ballottaggio

La partenza di Jorginho per Napoli ha liberato un posto in cabina di regia. Mandorlini vede il giovane sudamericano come l'uomo giusto per quel ruolo, ma la sua inattività potrebbe favorire l'italiano. Dall'altra parte il neo tecnico Seedorf chiede una squadra votata all'attacco e schiera 3 mezze punte

La prima giornata del campionato di ritorno di serie A si chiude con il posticipo allo stadio San Siro tra Milan ed Hellas Verona. 

I rossoneri vengono da una settimana decisamente travagliata, iniziata con la pesante sconfitta sul terreno del Sassuolo e andata avanti con l'esonero del tecnico Massimiliano Allegri, sostituito dall'ex stella rossonera Clarence Seedorf. Distante dieci punti dall'Europa League e sei dalla zona retrocessione, il neo tecnico è chiamato a risollevare le sorti del club: una vera e propria impresa, tenendo presente soprattutto che l'ex centrocampista è alla prima esperenzia come allenatore. 

C'è voglia di riscatto anche sulla sponda gialloblu. La volontà di dimenticare la sconfitta casalinga subita contro il Napoli può dare quello sprint in più che agli scaligeri è spesso mancato in trasferta, nonostante la partenza di una pedina fondamentale come Jorginho. La posizione in classifica resta comunque delle migliori, visto il quinto posto da condividere con L'Inter, ma riuscire a chiudere il prima possibile la questione salvezza può consentire alla società di pianificare con più calma la prossima stagione. 

QUI MILAN - "Giocherò con il 4-2-3-1 perché voglio sfruttare le grandi qualità che abbiamo in attacco; per sviluppare un gioco offensivo. I ragazzi? Voglio creare con i giocatori un grande rapporto e trasmettere voglia di lavorare e uscire da questa situazione. Il Verona è un bella squadra con un grande Toni. Avremo più motivazioni visto quello che è accaduto nella gara d'andata". Il nuovo tecnico rossonero sembra aver già le idee chiare su come dovrà presentarsi il suo Milan, di sicuro però per il momento dovrà rinunciare agli infortunati El Shaarawy, Abate, Constant e Pazzini, vittima di un nuovo problema in settimana. De Sciglio, Bonera, Zapata ed Emanuelson, comporranno quindi la difesa a quattro, con De Jong e Montolivo in mediana. A sostegno dell'unica punta Balotelli invece ci dovrebbero essere Honda, Kakà e Robinho.

QUI HELLAS VERONA - "Jorginho? Ci lega un rapporto profondo, il merito della sua crescita è esclusivamente del ragazzo. Nonostante l'assenza di Jorge, però, le soluzioni non mancano, ci sono Cirigliano, Donati e Donadel che quando sono stati chiamati in causa hanno sempre fatto bene. Quello che si avvicina maggiormente a Jorge come caratteristiche di gioco è sicuramente Cirigliano, ma viene da un lungo periodo di inattività, quindi vedremo. Il Milan? Sicuramente l'arrivo di Seedorf porterà entusiasmo, però, nonostante la stima e la curiosità che nutro verso l'olandese come allenatore, credo che non abbia la bacchetta magica. Dobbiamo approfittare delle debolezze del Milan per giocare una grande partita e mettere in difficoltà i rossoneri, che comunque rimangono favoriti perché hanno dei calciatori di qualità. Noi dobbiamo avere pazienza, giocare una partita molto attenta a livello difensivo e cercare di fare quello che sappiamo, quello che ci ha portato a disputare un girone d'andata fantastico". Mandorlini in conferenza stampa archivia già la partenza del giovane centrocampista e vede in Cirigliano il possibile erede. Dovrebbe essere confermato quindi in blocco l'undici titolare sceso in campo con il Napoli, con l'eccezione ovviamente di Jorginho. In ballottaggio per sostituirlo ci sono Cirigliano e  Donati, ma solo all'ultimo il tecnico ravennate deciderà a chi affidare la cabina di regia. 

ARBITRO - Mauro Bergonzi di Genova.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Milan - Hellas Verona, le probabili formazioni | Cirigliano e Donati in ballottaggio

VeronaSera è in caricamento