menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Marmi Lanza: punto conquistato nella sfida contro Vibo Valentia

I Ragazzi di Bagnoli disputano una buona gara al PalaOlimpia e dopo il terzo set accarezzano l'idea di portare a casa la vittoria. Mvp della partita Tine Urnaut

La 9a giornata di ritorno, riscaldata dal pubblico veronese del PalaOlimpia e dalle numerose iniziative di solidarietà, si chiude a favore della Tonno Callipo Vibo Valentia per 2-3. La Marmi Lanza Verona offre comunque una prestazione più che positiva, ed è capace di conquistare il secondo e il terzo parziale con ampio merito. Adrenalinici e decisi solamente ai vantaggi il quarto e quinto parziale. Verona recrimina per alcune decisioni arbitrali nel finale di quarto parziale.

FORMAZIONI - Bruno Bagnoli manda in campo la formazione titolare con Ter Horst e Fedrizzi schiacciatori, Viafara e Gotsev centrali, Peacock palleggiatore, Gavotto opposto e Pesaresi libero. Durante il match ampio spazio anche a De Marchi, autore a fine match di 11 punti.

PRIMO SET - Nel primo set è subito Vibo Valentia a prendere i largo. Verona tiene il ritmo della formazione ospite fino al alla prima parte del parziale ma già al primo time out tecnico i punti di vantaggio di Vibo sono 3. Ter Horst attacca sulle mani del muro avversario per il 6-9 e a muro blocca Vibo per il 7-9. Bagnoli chiama il time out tecnico sul 9-15, quando i veronesi devo subire il distacco di 6 punti. E’ un divario che i gialloblù non riescono più a recuperare. Si chiude con il punteggio di 16 a 25.

SECONDO SET - Il secondo parziale vede in vantaggio la formazione di casa sul 3-1, grazie all’attacco vincete di Gavotto. Kaliberda è efficace in attacco per il 4-3, ma Gavotto strappa il 5-3 con una finta in pallo netto. Un errore di comprensione sotto rete avvicina gli scaligeri agli avversari (5-4), ma con Gotsev al servizio i veronesi sono avanti di ben 3 lunghezze (7-4) e De Marchi in attacco conferma il divario di punteggio (8-5). E’ ancora lo schiacciatore scaligero a conquistare il cambio palla sulle 3 lunghezze di divario con Vibo (9-6) e Gavotto in diagonale sigla il 10-7. Gavotto in attacco porta avanti i veronesi di 5 lunghezze (17-12). Kaliberda riavvicina i suoi con l’attacco che vale il 20 a 17. L’errore al servizio di Vibo (21-18) viene ripetuto dallo scaligero Fedrizzi (21-19) e ancora da Klapwijk dall’altra parte della rete (22-19). Barone in attacco conquista il 22-20, ma Gavotto stabilisce il punteggio sul 23-20 e De Marchi in attacco guadagna il set ball (24-20). Verona chiude il parziale con 5 lunghezze di divario: 25-20.

TERZO SET - La Marmi Lanza Verona apre con intensità il terzo set, subito avanti 3-0. Verona mostra più determinazione e più efficacia in attacco. Vibo, invece, fatica a recuperare i break di vantaggio degli scaligeri. L’errore al servizio di Klapwijk costringe il coach calabrese a chiamare il time out tecnico (8-6). Al rientro in campo, Verona allunga ancora: Fedrizzi, con due punti consecutivi, porta i gialloblù sul 13 a 10. Gavotto, poco dopo, schiaccia il 20 a 15. Una vera ipoteca sul parziale per la Marmi Lanza Verona che nel finale non lascia spazio alla formazione ospite. Fedrizzi, ancora da posto 4, schiaccia la palla del 25 a 21 e Verona passa a condurre per 2 a 1.

QUARTO SET - Quarto parziale decisamente entusiasmante. L’avvio è di marca Calabrese. Vibo allunga e si porta a quattro lunghezze di vantaggio. Sul 7 a 11, Verona inizia una lunga rincorsa. Viafara mette a terra il muro del 14 a 15 e poco dopo è ancora protagonista a muro per il 16-17: i veronesi accorciano il divario dopo un’azione di gioco ad alta tensione. Gotsev in attacco riporta i suoi sul pareggio (17-17) e la Marmi Lanza torna in vantaggio dopo la mancata pipe di Vibo (19-18). Il punto a punto continua fino al 21-21, poi De Marchi non trova il campo in attacco (21-22) e Vibo vincente in pipe sigla il 21-23. L’errore in battuta di Vibo vale il 22-23, ma Klapwijk in attacco conquista il set ball avversario (22-24); Peacock non tiene su la palla e i calabresi chiudono il set a loro favore (23-25).

QUINTO SET - Il quinto set vede i calabresi avanti di un punto sul 3-4 e Gotsev in attacco porta avanti la Marmi Lanza sul 5-4 e servito da Peacock gioca una palla veloce vincente sul 6-6. Gotsev ancora protagonista con l’ace del 7-6 che porta i veronesi in vantaggio; sull’8-7 Blengini chiede il time out e al rientro Buti è vincente sulla palla veloce (8-8). Nessuna formazione cede e De Marchi non trova il campo al servizio per il 9-9. E’ Gavotto che riporta la Marmi Lanza avanti sul 10-9, con un attacco vincente da posto 2, ma Viafara consegna il punto agli avversari sbagliando al servizio (10-10). Buti non trova il campo in battuta (11-11) e il muro di Fedrizzi spinge i gialloblù avanti ancora una volta (12-11). Barone sul 15-13 conquista il match.

FRANCESCO DE MARCHI (MARMI LANZA VERONA) - "L’importante per noi era concludere in modo dignitoso le ultime partite, oggi qualcosa di buono si è finalmente visto. La sfortuna continua però a perseguitarci, ma possiamo ritenerci soddisfatti perché finalmente abbiamo messo in campo qualcosa di diverso rispetto a quello che è emerso nelle ultime gare".

TINE URNAUT (TONNO CALLIPO VIBO VALENTIA) MVP DEL MATCH - "E’ stata una partita molto entusiasmante ma ancora non abbiamo raggiunto il livello che volevamo in campo. Stiamo ancora combattendo per il sesto posto e qui siamo riusciti ad ottenere soltanto due punti. Lo spettacolo e la tensione sono stati però fantastici".

MARMI LANZA VERONA - TONNO CALLIPO VIBO VALENTIA 2-3 (19-25, 25-21, 25-21, 23-25, 13-15)

MARMI LANZA VERONA: Kosmina, Ter Horst 4, Gotsev 8, Meoni, Pesaresi (L), Gavotto 20, Peacock 3, Viafara 6, Fedrizzi 18, De Marchi 11. Non entrati Bolla, Centomo. All. Bagnoli.

TONNO CALLIPO VIBO VALENTIA: Coscione 1, Cortellazzi 1, Kaliberda 4, Farina (L), Rocamora 1, Badawy 10, Buti 5, Klapwijk 18, Barone 11, Urnaut 24. Non entrati Montesanti, Lavia, Forni. All. Blengini.

ARBITRI: Castagna, Goitre. NOTE - durata set: 24', 26', 29', 30', 18'; tot: 127'.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cultura

Gelaterie d’Italia: Gambero Rosso premia la veronese "Terra&Cuore" con Due Coni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Benessere

    CBD: benefici e controindicazioni

  • Benessere

    Tremolio all’occhio, perché e come evitarlo

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento