rotate-mobile
Mercoledì, 8 Dicembre 2021
Sport

Marmi Lanza, niente da fare contro i campioni d'Italia

Netta sconfitta dei giallobl, che per continunano ancora a sperare nei play off

La Marmi Lanza si presenta sul campo tricolore dei Campioni d’Italia con la diagonale Meoni-Lasko, al centro Brunner e Pajenk, schiacciatori Herpe e Cala, libero Smerilli, assente per gli scaligeri Lotman rientrato negli Stati Uniti per la prematura perdita del padre. La squadra degli ex Giuliani e Parodi non fa sconti ai gialloblù e vince per 3-0 contro una Verona che nel primo set gioca punto a punto, nel secondo parziale spinge fino al 13 pari poi cede sotto i colpi di una Cuneo sempre più consistente a muro e al servizio, armi che risulteranno importanti anche nel set finale.

Nel primo parziale le due squadra si affrontano con equlibrio, gli scaligeri avanzano per 4-6 poi Wijsmans riporta la parità (6-6), Cuneo con l’errore di Herpe trova il vantaggio al primo tecnico, il 9-9 è di Volkov pronto Pajenk per Verona (11-11), Herpe intuisce il pallonetto di Cuneo e Cala firma un ace con l’aiuto del nastro e grazie al contrattacco di Lasko la Marmi Lanza si porta sul 16-14. Con Carletti (dal primo minuto al posto di Grbic) la Bre Banca al servizio firma un break importante: 17-17 è unmuro di Wijsmans, Parodi insiste in pipe (18-17), Peda avvicina ancora (20-17), coach Bagnoli chiama entrambi i tempi disponibili al rientro in campo Brunner e Lasko superano il muro avversario (22-20), questa volta è Giuliani a chiamare time out(23-22), Cala sbaglia il servizio mentre Mastrangelo su servizio di Peda mette a terra il 25-22.

Nel secondo parziale spinge Wijsmans con un ace e Cuneo con Mastrangelo si porta subito sul 4-1, Lasko avvicina (5-4) e con Herpe tiene Verona attaccata (7-7), Pajenk realizza dal centro il 13-12 mentre Cala trova l’ace della parità (13-13). La Bre Banca cresce al servizio e il gioco in attacco di Verona è meno fluido: Volkov ferma a muro Lasko e Herpe (19-15), Brunner dal centro è positivo (20-17), al servizio i gialloblù sono fallosi due volte (23-17), dopo l’attacco in pipe del capitano biancoazzurro è l’ex Parodi a decidere (25-17).

Nel terzo set i padroni di casa si impongo fin dall’inizio, Wijsmans chiude la diagonale del 4-3 e ancora il 7-4 eil 9-5, Volkov a muro ferma Lasko (10-5) e così Bagnoli chiama tempo. Ancora Wijsmans firma l’ace del 12-6 mentre Brunner dal centro si fa notare (13-9), il cubano scaligero trova il servizio punto del 14-11 e con Lasko vincente Giuliani richiama i suoi (14-12), al rientro in campo è Mastrangelo a dettare i ritmi con tre muri vincenti consecutivi e servizi importanti (19-13), Herpe sbaglia dai nove metri(22-15) e Lasko è falloso in attacco (24-16), per Parodi è semplice chiudere set e match (25-16).

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Marmi Lanza, niente da fare contro i campioni d'Italia

VeronaSera è in caricamento