Sport

Mandorlini: "Il Sassuolo fa bene, ma lo affronteremo a viso aperto"

Per l'allenatore dell'Hellas Verona i rivali sono in cima alla classifica meritatamente, ma non per questo gli undici scaligeri intendono lasciare agli avversari la vetta senza combattere

Alla vigilia dello scontro con il Sassuolo l'allenatore veronese Mandorlini prende la parola e elogia le doti della squadra avversaria: "A Sassuolo ho passato una stagione bellissima con persone eccezionali, oltre a proprietà e dirigenti importanti. Lì ho avuto un anno positivo, so cosa vuol dire la tranquillità per un allenatore e lavorare ogni tanto in un ambiente sereno è importante. Stanno facendo benissimo, sono in testa meritatamente e ora ci incontriamo. Ma dopo questa di partite ne mancheranno ancora 29, ogni altro tipo di discorso è prematuro".

OTTIMI RISULTATI -  "Giusto il divario di 6 punti? Assolutamente sì, loro hanno fatto bene". Questa l'opinione sincera del tecnico gialloblù, che continua: "Bisogna fare grandi complimenti al loro allenatore, alla società e alla proprietà del Sassuolo. E' la quinta stagione che sono in Serie B e sono sempre stati protagonisti, arrivando ai playoff o comunque fino in fondo. I numeri contano e sono a favore del Sassuolo. Stanno dominando, ma noi ricordiamoci che siamo il Verona. Sarà un incontro a viso aperto. E' una squadra che ha una fisionomia, il resto e le provocazioni non contano. Loro non hanno attaccanti che hanno giocato in Serie A, ma ragazzi come Pavoletti e Boakye sono importanti, stanno facendo bene. Anche Catellani è bravo. Al di là dei nomi, credo che l'aspetto importante sia l'atteggiamento delle due squadre e i numeri oggi premiamo il Sassuolo. Sono davanti e credo che ci resteranno tutta la stagione.

IL CONFRONTO - Juve-Inter tesa e spettacolare, che partita sarà Verona-Sassuolo? "Sicuramente - spiega Mandorlini - sarà tesa, speriamo anche spettacolare. Comunque ci sono tante analogie, è la prima contro la seconda. Ci teniamo a fare bene, nessun tipo di rabbia, nessun tipo di nervosismo. Abbiamo qualche problemino di formazione, valuteremo dopo l'ultima rifinitura. Si è fermato anche Hallfredsson, vediamo così come per Moras e Rafael. Non sono miei dubbi di formazione, ma infortuni e fanno parte del gioco. Noi dobbiamo pensare a giocare, esattamente come faranno loro. Al di là delle pressioni o delle situazioni che si possono dire o creare, conta il campo. E lì sono le due squadre che stanno facendo meglio e continueranno a farlo".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mandorlini: "Il Sassuolo fa bene, ma lo affronteremo a viso aperto"

VeronaSera è in caricamento