rotate-mobile
Sport

Mandorlini: "Esaltarsi non serve, sotto con il lavoro"

Il tecnico: "Abbiamo vinto troppo poco, ci serve maggiore continuit di risultato"

Il tecnico Andrea Mandorlini non si esalta dopo la vittoria sulla Reggiana del posticipo di lunedì ma, anzi, si mette ancora più a testa bassa a lavorare in vista del test di maturità, quelli che l'Hellas ha sistematicamente fallito, con la Cremonese. Una gara che, se vinta, potrebbe davvero permettere ai gialloblù di fare il salto di qualità verso un'insperata (e per ora inseprabile) scalata alla zona playoff.

In primis l'allenatore torna sulla gara appena giocata: "Contava centrare il successo, ci siamo comportati bene anche se si poteva archiviare la pratica con un pò di anticipo. Non abbiamo quasi mai sofferto, ci sono state molte situazioni a nostro favore. Ho visto un inizio un pò contratto, questa maglia pesa ma battere gli emiliani era fondamentale. Sono soddisfatto ma faccio fatica a sorridere. Al di là dell'importante vittoria, ci mancano tanti punti. Siamo sospesi come altre mille formazioni, a Cremona ci aspetta una battaglia, la prima fra tante. Il passo falso compiuto col Gubbio, un ko immeritato, ci ha penalizzato. Capiterà anche a noi di avere la meglio pur non meritando".

 
Per il tecnico una nota positiva notevole, Berretoni, che ha giocato dall'inizio e propiziato il gol di Ferrari dopo aver colpito il palo: "Avevo già visto bene Emaneuel in settimana, la testa è determinante al di là della condizione fisica. Credo sia sempre importante che i giocatori siano pronti mentalmente, caratteristica che dovrebbe riguardare tutta la squadra. Tutto dipende soprattutto dai risultati positivi, abbiamo vinto troppo poco". A decidere il match un tap-in di Ferrari: "Bisogna capire che conta solo il rettangolo verde. L'ex Pergocrema è stato bravo a farsi trovare pronto, e ne ha beneficiato anche la squadra. Giocatori che non hanno nemmeno un'ora nelle gambe si sono sacrificati, il gruppo ha voluto centrare i tre punti".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mandorlini: "Esaltarsi non serve, sotto con il lavoro"

VeronaSera è in caricamento