rotate-mobile
Venerdì, 27 Maggio 2022
Sport Stadio / Piazzale Olimpia

Prove generali per il "lungo viaggio da fermo" del veronese Michele: 7 giorni in bici sui rulli per 5mila km

Conto alla rovescia per il record del mondo di distanza su rulli: una sfida ai limiti della sopportazione, una settimana in sella su una bici vincolata ai rulli pedalando ininterrottamente e concedendosi solo poche pause per il riposo

Un lungo viaggio da fermo. È questo quello che aspetta Michele Adami, ciclista 45enne di Roverchiara. E non a caso è anche il "titolo" della sua impresa. L’atleta della provincia di Verona pedalerà ininterrottamente sui rulli per 7 giorni, con «pochissime pause per il riposo», per superare i 2.739 km in 6 giorni del record attuale, stabilito dal basco Julìan Sanz nel Novembre 2014. Cercando di fare quasi il doppio della distanza.

Da Verona a Napoli in bici 7 volte in una settimana stando fermi: l'impresa del veronese Michele e gli auguri di Zaia

La settimana prossima dal 2 al 6 maggio 2022 verrà portato a termine un test molto significativo per fare le prove generali. La tabella di marcia, studiata insieme a Diego Bragato e Marco Compri, componenti dello Staff Performance della Federazione e della Nazionale Italiana di ciclismo, prevede 5 giorni di tour de force con 15 ore di bicicletta al giorno ed un consumo monstre di 8.000 Kcal. Sveglia alle ore 4.30 di mattina, colazione e poi bici per 5 ore. Pausa di un’ora e poi di nuovo in bici per 5 ore, fino all’ultima pausa prima dell’ultima sessione sempre di 5 ore. Si chiude col massaggio a cura del fidato Mirko Allegrini, titolare di un centro di fisioterapia polispecialistico all’avanguardia e supporto della prima ora. Nella giornata rimangono poche ore di sonno, passate su un materassino di fianco alla bicicletta per ottimizzare i tempi. Ma la parte più difficile non sarà forse la fatica: «Devo isolarmi da Silvia mia moglie e dai miei figli Giacomo di 5 anni e Camilla di soli 3 mesi - confessa con una punta di tristezza Adami - e non potrò andare al matrimonio della mia socia e amica Rosita. Questo record mi sta chiedendo molti sacrifici, ma questo mi motiva ancora di più. Invito tutti a venire a trovarmi, ho bisogno dell'aiuto di tutti, l’affetto che respiro intorno a me è enorme».

Michele Adami MicheWR_Stadio-5672-2

Tutta la sessione avrà luogo presso la palestra Body Energie di Villafranca di Verona: «La prima volta che Michele è entrato qui e ci siamo incontrati abbiamo fin da subito condiviso la passione per lo sport che ci accomuna, - dichiara entusiasta Riccadona Andrea, titolare della palestra - ho sentito in Michele il desiderio di far passare un messaggio forte. Per questo ci mettiamo a disposizione non solo materialmente ma anche con il sostegno e l'entusiasmo di essere assieme in qualcosa di grande». La sala in cui ci sarà il training intensivo sarà resa aperta ed accessibile e sono già diversi i tifosi e i personaggi (come l’ex ciclista Angelo Furlan, sempre di grande supporto) che hanno promesso una visita. Attraverso i canali social del record sarà possibile seguire le giornate e sapere quando sarà possibile passare per incoraggiamenti e saluti.

In questi giorni di sfida ai limiti delle capacità mentali e fisiche scenderà in campo anche la scienza medica, dato che l’ospedale Sacro Cuore di Negrar, col coinvolgimento in prima persona dei primari di cardiologia Giulio Molon e di medicina dello sport Filippini Roberto. Monitoreranno il fisico dell’atleta e saranno di supporto per la parte medica non solo alla prova (sia prima che dopo la sua conclusione) ma anche durante il tentativo di record. Il ricavato dell’impresa sarà a scopo benefico, ma Michele Adami ci tiene a sottolineare il messaggio che lo accompagna fin dall’inizio: «Questo sarà il record di tutti noi. Ho trovato forza e motivazione per provarci durante il lockdown e ancora di più oggi che i tempi sono ancora difficili, anzi se possibile più tragici viste le immagini della guerra che ci inondano ogni giorno. La mia speranza è poter trasmettere a più persone possibili un frammento della forza che sto scoprendo ogni giorno perché abbiamo bisogno di ripartire con fiducia».

Michele Adami Mik stadio_0005-2

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Prove generali per il "lungo viaggio da fermo" del veronese Michele: 7 giorni in bici sui rulli per 5mila km

VeronaSera è in caricamento