menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Livorno - Chievo Verona, le probabili formazioni | Corini sfida l'ex Mimmo Di Carlo

Il tecnico clivense per il delicato scontro può avere a disposizione l'intera rosa e schiera in avanti la coppia Paloschi-Obinna con Hetemaj in appoggio

La trentatreesima giornata del campionato di serie A vede andare in scena allo stadio Picchi lo scontro salvezza tra Livorno e Chievo Verona. 

Quattro i punti raccolti nelle ultime cinque giornate dalla formazione di Mimmo Di Carlo, ex tecnico del club della diga. Una vittoria però permettere agli amaranto di sopravanzare in classifica i veronesi e di appaiarsi appena sopra la zona retrocessione, inguaiando così gli avversari. 

Discorso ovviamente opposto per i "mussi", che nelle ultime cinque giornate hanno conquistato solo tre punti, a causa anche di un calendario piuttosto difficile. Una sconfitta complicherebbe non poco il discorso salvezza per gli uomini di Corini, che invece con una vittoria potrebbero dare uno strappo importantissimo alla classifica. 

QUI LIVORNO - "Il Chievo è una squadra ben organizzata ed esperta. Inoltre hanno anche un buon calendario, penso che se anche dovessero perdere al Picchi si salverebbero ugualmente. Il Livorno dovrà fare una gara intelligente, dovremo attaccare ma senza lasciargli spazi e ripartenze. La gara dura novanta minuti non si deve avere fretta. Dovremo giocare mantenendo la nostra logica. Sarà importante chi gioca, ma anche chi entrerà dopo sarà determinante". Di Carlo pone la vittoria come unico risultato utile per la sua squadra. Il tecnico convoca in extremis Emerson, alle prese con una fastidiosa distorsione alla caviglia che difficilmente gli permetterà di essere in campo dal primo minuto. In attacco Emeghara, Belfodil e Siligardi si giocano il posto affianco a Paulinho, mentre sulla fascia destra ci sarà Piccini. 

QUI CHIEVO VERONA - "Troveremo a Livorno un ambiente molto caldo, normale che sia così. Queste sono anche le partite più belle da giocare. Voglio dai ragazzi una prestazione gagliarda, tosta. La gara di Livorno vale per certi versi quella dell'anno scorso a Siena. Allora il margine di errore era più elevato, ma se avesse vinto il Siena tutto si sarebbe riaperto. Invece vincemmo noi. Dobbiamo far punti, ma anche essere consapevoli che ora come ora sono gli altri a doverci inseguire". Memore della salvezza della scorsa stagione, cerca di sfruttare l'esperienza accumulata per dare più serenità ai suoi. Con l'infermeria vuota e nemmeno uno squalificato, l'allenatore bresciano può schierare praticamente la formazione migliore, con l'eccezione di Dramé, non ancora al top della forma, e di Stoian, colpito in settimana da un attacco influenzale. In difesa quindi Frey verrà dirottato a sinistra con Sardo a destra, mentre in attacco Obinna sembra favorito su Thereau per fare da spalla a Paloschi. A centrocampo Guarente, Rigoni e Guana si schiereranno dietro il più avanzato Hetemaj. 

ARBITRO - Antonio Damato di Barletta. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Casa

    Ristrutturare casa: come riconoscere un muro portante

  • social

    Boom del social fitness: come tenersi in forma da casa

  • social

    Concorso Volotea: VOTATE “VERONA FOR ALL”

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento