Chievo ancora a due volti, ma almeno a Livorno sono arrivati i 3 punti

Marcolini soddisfatto per la vittoria in rimonta contro i toscani: «Nel primo tempo loro hanno dominato e noi non ci abbiamo capito niente. Nella ripresa siamo saliti d'intensità e l'abbiamo raddrizzata»

Michele Marcolini (Fonte foto: sito Chievo Verona)

«Una partita dai due volti». Non è la prima volta che il mister Michele Marcolini descrive così una partita del suo Chievo Verona. E non si tratta di analisi sbagliate. Si tratta di un Chievo che nel bene e nel male cambia spesso atteggiamento tra il primo e il secondo tempo. Cambiamenti che a volte sono stati positivi e questo ha permesso ai gialloblu di recuperare partite che sembravano perse. Come è accaduto sabato scorso, 5 ottobre, contro il Livorno.
«Nel primo tempo il Livorno ha dominato e noi non ci abbiamo capito niente. Loro erano più brillanti, determinati e avevano le idee chiare», ha detto Marcolini e infatti i livornesi hanno chiuso i primi 45 minuti in vantaggio di due gol, 3-1. «Nella ripresa siamo entrati con un piglio diverso, siamo saliti di qualità e di intensità e l'abbiamo portata a casa, togliendo certezze agli avversari con i nostri gol», ha aggiunto ancora il tecnico dei veronesi, che ha definito importante la vittoria per 3-4, dopo una serie di pareggi.
Livorno-Chievo Verona è stato un reciproco scambio di regali per Michele Marcolini. Il primo tempo è stato regalato dal Chievo Verona agli avversari, mentre nel secondo tempo è stato il Livorno ha lasciarsi andare alla generosità, concedendo troppo ai gialloblu, i quali hanno avuto il merito di credere nella rimonta e di non darsi per vinti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nel prossimo fine settimana non si giocherà perché anche la Serie B si ferma per le nazionali. Una sosta che può far bene al Chievo Verona, che avrà tempo per recuperare Obi e Djordjevic, usciti per infortunio dalla gara di Livorno.
Sette sono invece i giocatori gialloblu convocati dalle nazionali: Vaisanen dalla Finlandia, Semper dalla Croazia Under 21, Esposito e Vignato dall'Italia Under 20, Rovaglia dall'Italia Under 19, Grubac dal Montenegro Under 21 e Schafer dall'Ungheria Under 21.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Virus: 11 nuovi casi in Veneto e l'ospedale di Borgo Trento torna ad avere ricoverati

  • Coronavirus, crescono contagi a Verona. Una nuova vittima in Veneto

  • A4, morto per un malore in terza corsia: scontri pericolosi evitati grazie ad un'auto e un tir

  • Ancora un violento temporale e forte vento nella notte su Verona e provincia

  • Coronavirus, un nuovo morto in Veneto e purtroppo è veronese

  • La sua ragazza non risponde e chiama il 112: trovata in una casa con droga e refurtiva

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeronaSera è in caricamento