Sport Veronetta / Regaste Redentore

Lazio - Hellas Verona, le probabili formazioni | Gomez e Sala assenti per squalifica

Oltre a loro non saranno del match anche Marquez e Marques, Mandorlini quindi schiera come coppia centrale Moras e Rodriguez, mentre il ruolo di terzino destro sarà affidato a Martic

L'Hellas Verona fa visita allo stadio Olimpico alla Lazio, nel match che si volgerà alle 20.45 di domenica 22 marzo valido per la ventottesima giornata del campionato di serie A. 
Il ruolino di marcia dei laziali nelle ultime partite è impressionante: cinque vittorie in altrettante gare disputate e i cugini romanisti lontani solamente un punto in classifica. Per i padroni di casa l'obiettivo sarà quello di conquistare i tre punti per provare a mettere la freccia sulla Roma e ottenere quel secondo posto che da l'accesso diretto alla prossima Champions League.
I gialloblu arrivano a loro volta da un buon periodo di forma, che li ha visti raccogliere due vittorie e due pareggi nelle ultime quattro gare, consentendogli di allungare con forza sulla zona retrocessione. La matematica però non da ancora certezze alla truppa di Mandorlini, che proverà a strappare punti anche ai biancolesti. 

I PRECEDENTI - All'Olimpico le due formazioni si sono scontrate 19 volte, con i capitolini che si sono imposti sugli avversari per 10 volte: 7 invece i pareggi e solamente due le vittorie dei veneti. Nel match di andata al Bentegodi, Luca Toni aveva risposto al vantaggio di Lulic, mentre nella scorsa stagione la sfida in terra romana finì 3-3, a segno andarono: Keita, Marquinho, Luli?, Iturbe, Romulo e Mauri.

QUI LAZIO - "Sono soddisfatto del percorso della squadra, ma ci sono ancora tappe difficili da superare, a partire da domani. Affronteremo un avversario che si chiude bene nella sua metà campo, quindi dovremo essere lucidi. Servirà grande concentrazione. Felipe Anderson? Molto ci ha messo lui per emergere. Ho capito subito che ha grandi potenzialità. Possiamo fare grandi cose. Sarà dura superare la Roma, ma vogliamo essere ambiziosi. Ne stiamo parlando ora perché abbiamo ragionato partita dopo partita, per cui dobbiamo continuare a fare così. Euforia e pressioni? Ho parlato con la squadra: meglio che ci sia l’entusiasmo dei tifosi che un ambiente freddo e uno stadio in silenzio. I giallo blu? Arrivano da quattro risultati utili consecutivi, è una squadra in grande condizione fisica e mentale, si chiude bene e riparte velocemente, hanno Toni, che è un punto di riferimento, per cui è una partita complicata. Dovremo dare pochi punti di riferimento e giocare il miglior calcio possibile. Modulo? A me interessa l’approccio: cambiare posizioni non è un problema per la squadra". Le ultime, buone prestazioni dell?Hellas non sono passate insosservate agli occhi di Stefano Pioli, che però vuole a tutti i costi superare la Roma in classifica. Berisha è squalificato, Pereirinha, Konko, Gentileti, Tounkara e Djordjevic sono fermi ai box, così l'allentore biancoceleste si affida al terzetto composto da Feliper Anderson, Mauri e Candreva, in sostegno a Klose, per sfondare il fortino scaligero. In difesa la coppia di centrali dovrebbere essere composta da Mauricio e De Vrij. 

QUI HELLAS VERONA - "La partita con il Napoli? E’ stata una vittoria importante, non solo per il morale ma anche per la classifica. Quanti punti ci mancano alla salvezza? Non so, la quota non mi interessa, noi dobbiamo giocare su ogni campo, quindi testa bassa e lottare per tutti i punti possibili. Siamo più tranquilli ma non abbassiamo la guardia. Sarà una gara molto difficile contro la squadra che, con 5 vittorie di fila, è la più in forma, questa la dice lunga sulla difficoltà, dovremo essere pronti. Il Verona sta bene, siamo sereni, anche se questo non vuol dire niente, con le grandi squadre si incontrano sempre delle difficoltà. Un commento sui biancocelesti? Stanno vivendo un periodo di forma strepitoso, al di là dei risultati hanno giocatori importanti, ho letto che Felipe Anderson ha rinnovato. Rafa Marquez? Non è stato convocato, ne avrà ancora per un po’, ci auguriamo di recuperarlo per il Cesena. Rodriguez? Con il Napoli ha grandissima partita, siamo molto contenti di lui. Ho letto le sue dichiarazioni, sono contento che si senta pronto. Gomez e Sala non ci saranno perché squalificati. Sono assenze importanti, sono giocatori che stanno facendo bene. Marques ha avuto dei problemi influenzali e non si è allenato, speriamo che ce la faccia. Abbiamo recuperato Moras, quindi i centrali che avrò a disposizione sono lui, Rodriguez e Sorensen. Pisano a sinistra? E’ un’alternativa, ce la teniamo buona. A centrocampo? Abbiamo recuperato Ionita e Valoti, Greco sta facendo molto bene, anche Campanharo sta lavorando tanto. In attacco Lazaros o Nico Lopez? Credo che l’importante sia l’atteggiamento, i miei calciatori lo sanno, senza quello non si è utili alla squadra. Se impiegherò Hallfredsson come esterno d’attacco? Emil è un calciatore che può giocare in molti ruoli, l’ha fatto solo una volta, vediamo domani. Sono ancora tutti in ballo, ci penserò ancora". Il momento di grande forma dei laziali è, giustamente, fonte di preoccupazione per Mandolrini, che però non ne vuole sapere di darsi per vinto. Sala e Gomez sono squalificati, mentre Marquez e Marques non sono ancora disponibili. La coppia centrale difensiva dovrebbe quindi essere composta da Moras e Rodriguez, con Martic che torna sulla destra e Pisano a sinistra. In attacco sembra Christodoulopoulos il candidato principale a prendere il posto di Gomez, mentre a centrocampo ci sarà Obbadi. 

ARBITRO - Davide Massa di Imperia.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lazio - Hellas Verona, le probabili formazioni | Gomez e Sala assenti per squalifica

VeronaSera è in caricamento