Lazio - Hellas Verona 3-3 | Sfuma l'impresa all'Olimpico per un rigore nel finale

Un contatto quanto meno dubbio tra Albertazzi e Klose al 92' sancisce un pareggio che non serve a nessuno. Spettacolare la prova di Iturbe: vero incubo per la retroguardia biancoceleste

Termina 3-3 la sfida allo stadio Olimpico tra la Lazio e l'Hellas Verona, valida per la trentaseiesima giornata del campionato di serie A. 

Solamente sfiorata l'impresa scaligera in terra laziale, con i padroni di casa che raggiungono il pareggio allo scadere grazie ad un rigore letteralmente regalato dall'arbitro Mazzoleni. I ragazzi di Mandorlini attuano intelligentemente le direttive del proprio allenatore, così chiudono gli spazi ai biancocelesti senza però rinunciare ad offendere non appena ne hanno l'occasione. I padroni di casa dal canto loro provano a fare la partita, ma il possesso palla attuato raramente si tramuta in netta superiorità. Le ali gialloblu possono allora colpire, in particolar modo Iturbe, un vero flagello per gli avversari che non riescono a trovare le contromisure adatte, se non il fallo sistematico. L'Hellas però paga ancora una volta qualche amnesia difensiva (sui primi due gol) e la strana serata di Luca Toni: impreciso sotto porta come difficilmente accade ad una punta del suo calibro. Ora la corsa all'Europa League si fa più difficile, ma un Verona così bello merita comunque applausi a scena aperta. 

Spendiamo qualche parola anche sull'arbitraggio di Mazzoleni, semplicemente indecente. La formazione guidata da Reja attua un costante fallo sistematico su Iturbe e buona parte delle altre ripartenze scaligere, ma viene sanzionata solamente con un cartellino giallo e uno rosso, arrivato nel finale di gara a Lulic e assolutamente meritato, mentre l'ira del fischietto di Bergamo si abbatte sugli scaligeri con una furia spesso ingiustificata (Iturbe e Donadel ne sono l'esempio): ma l'arbitro non dovrebbe utilizzare lo stesso metro di giudizio in ogni occasione? Il rigore assegnato nel finale di gara poi è la ciliegina sulla torta e viene da chiedersi se questo direttore di gara sia effettivamente idoneo alla serie A. 

PRIMO TEMPO - Al 2' Rafael è costretto a mettere in angolo un insidioso tirocross di Candreva. Biglia al 10' cerca la porta con una punizione da posizione defilata e la sfera termina alta. Grandissima occasione per Toni al 13': la difesa laziale sbanda durante una ripartenza scaligera, così Hallfredsson può mettere davanti a Berisha il numero 9, che però sbaglia l misura del colpo sotto. In questa fase della partita regna l'equilibrio tra le due formazioni. Iturbe prova la conclusione dalla distanza al 22' ma la mira non è delle migliori. Keita rientra e spara al 26', la conclusione però è centrale e Rafael blocca. Dopo un'azione insistita, Marquinho si libera al limite e libera il destro ma il pallone sorvola di poco la traversa. Contropiede Lazio al 30': Mauri serve Candreva che vede Keita libero e lo serve, il giovane talento biancoceleste poi ha tutto il tempo per battere Rafael. Hallfredsson recupera palla al limite al 37' e serve Marquiho che con un preciso rasoterra brucia Berisha. Al 38' Rafael dice di no ad una bordata di Cana con i pugni, poi l'azione prosegue e Pillud salva il risultato sull'accorrente Biglia. Altra mischia in area scaligera al 41', ma Mauri e Biava pasticciano e l'azione sfuma.

SECONDO TEMPO - Keita cerca Mauri al 49' ma il suo colpo di testa è debole e Moras spazza. Stacco imperioso di Moras su corner di Hallfredsson al 56', ma la conclusione del greco termina di poco a lato con Berisha battuto. Un errore in disimpegno della difesa scaligera permette a Lulic di entrare in area al 60' e di freddare Rafael con un potente destro. Toni al 67' liscia clamorosamente il pallone di testa su corner di Romulo. Hallfredsson impegna severamente Berisha al 68' con una conclusione dalla grande distanza. Un minuto dopo lo stesso islandese calcia sbilanciato da Ledesma da posizione più favorevole, tiro ovviamente sbilenco con Mazzoleni che non fischia un lampante fallo dimostrando ancora una volta di non essere in serata. Sala al 70' recupera palla sulla trequarti, serve Iturbe che penetra e sigla la rete del pareggio. Su un lancio profondo Mauri carica Rafael, Mazzoleni non fischia, ma il brasiliano riesce a respingere l'attacco biancoceleste. Iturbe lanciato in contropiede serve un altro splendido assist a Toni al 74', che però si fa ipnotizzare da Berisha. Ancora un pericolo dal corner al 81': stavolta è Albertazzi ad incornare su traversone di Hallfredsson, ma il palo gli nega la gioia del gol. Hallfredsson al 83' mette un pallone rasoterra in area, difesa biancoceleste buca l'intervento e Romulo ne approfitta per il più comodo dei gol. Ancora un intervento su Iturbe, Mazzoleni finalmente ha un attimo di lucidità e al 86' caccia Lulic. Al 89' altra occasione per Toni, servito stavolta da Romulo, ma Berisha gli nega ancora una volta la rete. Al 92' Mazzoleni completa la sua pessima partita: Klose sente Albertazzi che lo sfiora e si butta a terra. Rigore. Sul dischetto va Mauri, Rafael para, ma il capitano laziale è li per il tap in.

LAZIO - HELLAS VERONA 3-3 | IL VIDEO DI TUTTI I GOL DELLA PARTITA

MARCATORI: Keita (L) al 30', Marquinho (HV) al 37', Lulic (HV) al 60', Iturbe (HV) al 70', Romulo (HV) al 83', Mauri (L) al 93'

LAZIO (4-3-3): 1 Berisha; 29 Konko, 20 Biava, 27 Cana (dal 82' 15 Gonzalez), 26 Radu; 5 Biglia (dal 73' 11 Klose), 24 Ledesma, 19 Lulic; 87 Candreva (dal 81'  7 Anderson), 6 Mauri, 14 Keita.

A disposizione: 95 Strakosha, 55 Guerrieri, 2 Ciani, 3 Dias, 17 Pereirinha, 21 Kakuta, 23 Onazi, 34 Perea. Allenatore: Edoardo Reja.

HELLAS VERONA (4-3-3): 1 Rafael; 4 Pillud, 18 Moras, 25 Marques, 3 Albertazzi; 26 Sala (dal 81' 21 Gomez Taleb), 30 Donadel (dal 66' 14 Cirigliano), 10 Hallfredsson; 15 Iturbe, 9 Toni, 7 Marquinho (dal 66' 2 Romulo).

A disposizione: 12 Nicolas, 98 Borra, 8 Cacia, 17 Donsah, 19 Rabusic, 23 Gonzalez, 29 Cacciatore, 33 Agostini. Allenatore: Andrea Mandorlini.

ARBITRO: Mazzoleni di Bergamo.

AMMONITI: Radu, Iturbe, Albertazzi, Donadel, Marquinho, Rafael, Hallfredsson

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

​ESPULSO: Lulic (L) al 86', Albertazzi (HV) al 92'

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Come si è sviluppato il nuovo focolaio in Veneto che tocca da vicino anche Verona?

  • Nuovo focolaio di Covid-19 nel Vicentino, al confine con Verona e Padova

  • Maltempo atteso a Verona: il Comune invita i cittadini a limitare gli spostamenti

  • Auto in fiamme dopo lo scontro con un autocarro: morta una donna

  • Morto in A22 a 37 anni: scoppiate le gomme posteriori, il furgone è diventato incontrollabile

  • Coronavirus: in Veneto nuovi casi positivi e ricoveri, 4 morti di cui 3 sono a Verona

Torna su
VeronaSera è in caricamento