menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Lanciano-Verona 1-2 | Cacia porta i gialloblu al secondo posto

L'Hellas torna alla vittoria grazie ad un calcio di rigore del suo bomber che permette così l'aggancio al Livorno che pareggia al Manuzzi di Cesena. Nota stonata della serata l'infortunio di Martinho

Il Verona sbanca il campo del Lanciano grazie ad un rigore del suo giocatore più atteso, Cacia, all'ultimo minuto di gioco. Con questi tre punti i gialloblu raggiungono il Livorno secondo in classifica e accorciano sulla capolsita Sassuolo. Nota dolente per gli scaligeri è l'infortunio di Martinho, il laterale brasiliano infatti è costretto ad uscire dal terreno di gioco al 34' del primo tempo.

PRIMO TEMPO - La prima occasione del match se la crea Piccolo, che dopo due minuti si accentra e tira alto. Passano quattro minuti e Martinho insidia la porta dei padroni di casa con un tiro-cross che per poco non beffa Leali. Al 13' Gomez cerca la rovesciata in area su una palla vagante, ma l'estremo difensore del Lanciano si supera e mette in angolo. Dopo due minuti Rivas serve lo stesso Gomez che tenta un'altra acrobazia, ma Leali si salva ancora. Al 22' Rivas semina il panico nella retroguardia abruzzese, ma nessuno riesce a deviare il suo cross forte e teso. Al 27' è ancora Gomez a cercare la via del gol, stavolta su calcio d'angolo, ma il suo colpo di testa passa solo vicino al palo. Al 34' Maietta lancia Martinho, Rosania scivola e spiana la strada al brasiliano che porta in vantaggio gli ospiti. Il Lanciano pareggia al 40' con Piccolo che taglia alle spalle della difesa e, dopo aver vinto un rimpallo, batte Rafael.

SECONDO TEMPO - La prima occasione della ripresa se la procura ancora Piccolo, ma il suo turo dalla lunga distanza termina a lato. Al 62' Ferrari si libera bene in area ma strozza troppo la sua girata e il pallone si perde sul fondo. Al 70' si fa notare il neoentrato Cacia, la conclusione del bomber però finisce alta. Un minuto dopo un altro traversone pericoloso di Rivas attraversa l'area, ma Nielsen viene anticipato di un soffio prima di poter ribadire in rete. Al 75' Rafael si deve superare per deviare in calcio d'angolo una conclusione da lontano di Falcinelli. Al 89' Cacciatore lancia in profondità Cacia, sul bomber frana Leali e il direttore di gara assegna il calcio di rigore. Sul dischetto si presenta lo stesso attaccante che non sbaglia.  

LANCIANO - HELLAS VERONA 1-2

MARCATORI: Martinho (HV) al 34', Piccolo (L) al 40', Cacia (HV) su rigore al 89'

LANCIANO (4-3-3): Leali; Almici, Aquilanti, Amenta, Rosania; Vastola (dal 34' Di Cecco), Minotti, Volpe; Piccolo (dal 61' Falcinelli), Plasmati, Turchi (dal 78' Falcone). A disposizione: Aridità, Paghera, D'Aversa, Scrosta. Allenatore: Gautieri.

HELLAS VERONA (4-3-3): Rafal; Cacciatore, Moras, Maietta, Agostini; Nielsen, Jorginho, Martinho (dal 38' Bianchetti); Rivas (dal 81' Cocco), Ferrari (dal 64' Cacia), Gomez Taleb. A disposizione: Berardi, Albertazzi, Ceccarelli, De Vita. Allenatore: Mandorlini.

ARBITRO: Cervellera di Taranto.

AMMONITI: Plasmati, Nielsen, Piccolo, Di Cecco.

ESPULSI: Volpe al 91'. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Benessere

    Pasta di legumi: benefici e ricetta

  • social

    Aperti online i Casting dello Zecchino d’Oro

  • social

    L'Acqua in uno scatto: concorso a premi

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento