rotate-mobile
Mercoledì, 19 Gennaio 2022
Sport

L'Hellas guida la classifica del ritorno

Se il campionato fosse iniziato tre giornate fa i giallobl sarebbero in testa. Godeas vicino

Hellas al comando solitario della classifica. Un sogno? Si purtroppo. Perché in testa da sola ci sarebbe solo se il campionato fosse iniziato con il girone di ritorno. Una classifica inesistente e pure falsata dal calendario che ha opposto i gialloblù a tre delle formazioni più modeste del campionato. Vale comunque la pena di guardarla: Hellas 7 punti, Gubbio, Sorrento e Bassano 6, Alessandria 5. A chiudere Cremonese, Pavia e Como con 2, Paganese e Sudtirol con 1, proprio i prossimi avversari, da battere domenica a tutti i costi.

Ora però Mandorlini deve essere aiutato dalla Lega Pro e da Gibellini
, il direttore sportivo che in estate non ha certo lavorato al meglio. Ma prima le questioni relative alla Lega. Sarebbero infatti una trentina, per ammissione dello stesso presidente Macalli, le società che rischiano di essere penalizzate a causa di irregolarità amministrative o nei pagamenti degli stipendi. L'Hellas è uno dei pochi club coi conti in ordine e potrebbe giovarsi di questa virtù per cercare di scalare la classifica anche senza dover scendere in campo. Tra le squadre di vertice nel mirino della Covisoc ci sono di sicuro Gubbio, Reggiana e Spezia.


Per quanto riguarda Gibellini il direttore sportivo gialloblù ha preso contatto con il presidente della Triestina Fantinel per Denis Godeas, stagionato attaccante che potrebbe risolvere i guai di Mandorlini in avanti. Sfuma la pista che portava al nordirlandese Paul Munster mentre in uscita pare che nessuno voglia i giocatori del Verona: Scapini piaceva al Mezzocorona, Selva al Pavia, Vriz alla Sacilese e Garzon al Grosseto. Ma tutti si sono tirati indietro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'Hellas guida la classifica del ritorno

VeronaSera è in caricamento