rotate-mobile
Sport

L'Hellas di Giannini perde i pezzi in attesa del Bassano

Il tecnico tra infortuni e squalifiche per domenica ha gli uomini contati

L'Hellas Verona targato Giannini si avvicina lentamente alla gara di domenica contro il Bassano ma è un approssimarsi pieno di nubi. Il tecnico romano è infatti tornato in discussione dopo la sconfitta con lo Spezia e deve prepararsi alla gara contro i giallorossi vicentini con gli uomini praticamente contati dato il bilancio pesante in termini di infortuni e squalifiche.

Ci sono infatti gli infortunati di lunga data Berrettoni, Maietta ed Esposito ma anche quelli che sono semplicemente indisponibili e non possono dunque partecipare agli allenamenti in vista della gara. Paghera e Abbate sono sualla via del rientro come Anderson mentre Russo ha la febbre.


A peggiorare il quadro ci sono le squalifiche di Cangi e Mancini (fermato per addirittura due turni). Il tecnico dovrà dunque ripensare la squadra dovendo ricorrere anche a quei giocatori che lo hanno "tradito" nella catastrofica Caporetto in Coppa Italia contro la Sambonifacese. Un innesto sicuro sarà quello di Garzon mentre dietro le punte, al posto di Mancini, potrebbe agire il nuovo acquisto Khadrejnane che però rappresenta un vero e proprio salto nel buio. Resta il fatto che il Bassano neopromosso sembra tutto fuorché un ostacolo insormontabile ma guai a sottovalutarlo. I gialloblù hanno già peccato di superbia contro Paganese e Como e tutti purtroppo ben ricordiamo come è andata a finire.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'Hellas di Giannini perde i pezzi in attesa del Bassano

VeronaSera è in caricamento