L'Hellas chiama i tifosi, 2mila i biglietti venduti

Per la sfida con la Salernitana la societ invita il pubblico a munirsi di bandiere e striscioni

L'Hellas chiama i tifosi, 2mila i biglietti venduti
Inizia a salire la febbre per la finale di andata dei play off che si disputerà domenica al Bentegodi. La vendita dei biglietti è iniziata solamente martedì nel tardo pomeriggio con la prelazione per gli abbonati, ma i tagliandi venduti superano già quota 2000 e dalle ore 13 di giovedì l’acquisto sarà aperto a tutti.

I gialloblu intanto preparano la sfida che vale tutta una stagione sul campo di Sandrà e che vedrà due sicuri assenti tra gli scaligeri. Mister Mandorlini domenica dovrà rinunciare alla punta Aiman Napoli, infortunato, e a Luca Ceccarelli, fermo per squalifica. Al suo posto dovrebbe scendere in campo Abbate, che dovrebbe comporre con Maietta la coppia centrale difensiva. Per il resto la formazione dovrebbe essere quella della gara disputata a Sorrento, con Pichlmann che potrebbe partire dall’inizio al posto di uno tra Berrettoni e Mancini. Da Salerno invece, giungono notizie di una possibile assenza di Carrus, o di un suo impiego a mezzo servizio. Il forte regista cagliaritano, che ha segnato agli scaligeri nella gara di ritorno in campionato, non sarebbe in condizioni ottimali. Infatti negli ultimi dieci giorni non si è allenato con il gruppo e domenica, nel match decisivo con l’Alessandria, è entrato in campo dopo l’inizio del secondo tempo.

La società scaligera nel frattempo promuove un’iniziativa per convincere i tifosi a portare il maggior numero possibile di bandiere e striscioni allo stadio. Tutte le informazioni a riguardo si trovano sul sito ufficiale della società.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Artigiano muore folgorato in strada mentre lavora: inutili i soccorsi del 118

  • Arriva il maltempo in Veneto, pioggia e neve: "Stato di attenzione" della protezione civile

  • Cosa fare a Verona e provincia durante il weekend dal 17 al 19 gennaio 2020

  • Trovano un vero arsenale nella sua casa: 42enne finisce in manette

  • Operaio morto sul lavoro a Legnago, assolto rappresentante dell'azienda

  • Tocca con la motosega i cavi dell'alta tensione: non c'è stato scampo per il 46enne

Torna su
VeronaSera è in caricamento