Martedì, 19 Ottobre 2021
Sport Borgo Venezia / Via Colonnello Giovanni Fincato

Juventus - Hellas Verona, le probabili formazioni | Mandorlini chiede una reazione al gruppo

Dopo la pesante sconfitta subita giovedì sera in Coppa Italia, le due formazioni tornano ad affrontarsi allo Stadium nel posticipo di domenica. Il tecnico ravennate per l'occasione cambia modulo e schiera la difesa a 5

L'ultima giornata del girone di andata del campionato di serie A, vede l'Hellas Verona impegnato domenica sera alle 20.45 nel difficile impegno sul terreno di gioco della Juventus. 

I Campioni d'Italia in carica sulla carta sono probabilmente la squadra più forte di questo campionato, già laureatasi Campione d'Inverno e che guida la classifica con tre punti di vantaggio sulla Roma. Lo scontro di giovedì sera avvenuto in Coppa Italia tra le due formazioni da una certa sicurezza alla formazione di casa ma Allegri non intende lasciare punti per strada e avvantaggiare i giallorossi, cercherà quindi di tenere alta l'asticella della tensione fra i suoi giocatori. 
Il 6-1 rimediato proprio allo Stadium giovedì sera deve servire di lezione ai gialloblu, ripresi in settimana anche dal presidente Setti. Se Mandorlini vuole avere qualche speranza deve fortificare la mentalità dei suoi giocatori, che negli ottavi di Coppa Italia sembravano scesi in campo già sconfitti in partenza. Probabilmente non è a Torino che i gialloblu troveranno punti utili alla propria causa ma ciò non significa che bisogna rinunciare a provarci fin dall'inizio. 

I PRECEDENTI - Sono 33 gli scontri diretti tra le due formazioni a Torino. Per 27 volte la vittoria è andata ai bianconeri, mentre sono 5 i pareggi (l'ultimo fu uno 0-0 giunto in serie A nella stagione 1987/1988) e 1 sola la vittoria per gli scaligeri, giunta proprio i Coppa Italia nella stagione 1962/1963 grazie alla rete decisiva di Maioli. L'ultimo scontro tra le due formazioni risale a giovedì (15 gennaio 2015) in Coppa Italia, con i bianconeri che si sono imposti con il risultato di 6-1. 

QUI JUVENTUS - "La sfida di domani sarà diversa dalla Coppa Italia, dopo una sconfitta del genere il Verona giocherà un'altra partita, con più attenzione, cercando di concederci poco. Saremmo fuori di testa a pensare che sarà tutto facile, soprattutto per l'importanza in questo momento del campionato. In questa seconda parte di stagione dobbiamo commettere meno errori possibile, perché c'è meno tempo per recuperare. Vidal sta molto meglio, oggi verrà dimesso, vediamo se si potrà anche allenare con la squadra. Domani a disposizione? È difficile, lui vuole esserci, ma è sotto antibiotici, oggi valuteremo col dottore. Ogbonna ha un dolore alla caviglia, oggi vediamo se sarà disposizione. Ma Caceres, in ogni caso, è recuperato, in difesa siamo a posto. Chi ha giocato meno ha dimostrato di essere in buone condizioni fisiche, ci sarà bisogno di tutti. Morata? Ha giocato una buona partita sotto l'aspetto tecnico. Pereyra? Sono contento per il suo gol, ha qualità per migliorare ancora". Allegri non vuole rischiare che i suoi giocatori sottovalutino l'impegno con gli scaligeri e si aspetta una partita diversa da parte dei suoi avversari. Il tecnico toscano dovrà quindi molto probabilmente rinunciare anche a Vidal e Ogbonna, oltre ai degenti di lungo corso Barzagli, Romulo, Asamoah e Marrone. La difesa dovrebbe comunque essere quella titolare con l'unico ballottaggio tra Lichtsteiner e Caceres. A centrocampo torna in cabina di regia Andrea Pirlo, mentre Pereyra dovrebbe giocare tra le linee a sostegno dei rientranti Tevez e Llorente. 

QUI HELLAS VERONA - "Come reagire dalla sconfitta in TIM Cup? Dobbiamo farlo, ora ci aspetta un'altra partita. Credo che sarà difficile non fare meglio di quello che si è visto in Coppa Italia. Da venerdì stiamo preparando questa gara, andremo a giocarcela. Giovedì sera abbiamo fatto molti errori, di concentrazione, loro hanno qualità e abbiamo concesso molte situazioni in cui sono bravi. Se cambierò qualcosa? Ci saranno altri calciatori, volevo già fare questa scelta indipendentemente dalla sconfitta di giovedì. Chi giocherà in porta? Ho sempre pensato che le sfide contro la Juve le dovesse disputare Rafael. Ci penso ancora, parlerò con lui e poi vedremo. Tachtsidis? E' un'alternativa, credo che sarà regolarmente in campo. Come battere la Juve? Con grandi squadre devi commettere meno errori, perché calciatori importanti, se sbagli, non ti perdonano. Dovremo essere più concentrati per concedere meno, l'unica giocata vera è stato il gol di Coman, mentre nelle altre reti lo zampino del Verona era ben visibile". Mandorlini si aspetta quindi un'altra squadra rispetto a quella della Coppa Italia, soprattutto dal punto di vista mentale. Ionita, Obbadi, Moras, Jankovic e Juanito Gomez sono ancora fermi ai box e il tecnico prende in considerazione il cambio di modulo. Allo Stadium questa volta dovremmo vedere un Verona con la difesa a 5 comandata da Marquez e supportato da Rodriguez e Marques. A centrocampo Tachtsidis sarà il perno centrale affiancato da Sala e Greco, mentre in attacco torna Luca Toni che dovrebbe poter contare sul contributo di Javier Saviola. 

ARBITRO - Massimiliano Irrati di Pistoia. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Juventus - Hellas Verona, le probabili formazioni | Mandorlini chiede una reazione al gruppo

VeronaSera è in caricamento