rotate-mobile
Venerdì, 28 Gennaio 2022
Sport Centro storico / Piazza Bra

La corsa in bici "non attrezzata" più lunga d'Europa passerà da Verona

Si chiama Italy Divide e partirà il 25 aprile da Roma. La gara è lunga 900 chilometri, che i partecipanti potranno coprire in totale autonomia. L'arrivo è a Torbole, dopo la scalata del Baldo

Non troveranno punti di ristoro, ma potranno gestirsi la corsa nella più totale autonomia. Partiranno tutti il 25 aprile da Roma ed è difficile prevedere quando arriveranno. Si parla di 3 o 6 giorni per coprire un percorso di 900 chilometri con un dislivello positivo di circa 25mila metri.

Manca meno di una settimana alla partenza dell'Italy Divide, la corsa in bicicletta non supportata più lunga d'Europa. Sono circa 130 gli atleti che parteciperanno alla corsa di quest'anno, provenienti da tutto il mondo e pronti a mettersi alla prova in questa avventura che passerà anche dalla provincia di Verona. Il percorso di quest'anno, infatti, attraverserà sei regioni passando soprattutto su percorsi adatti alle mountain bike. Dopo essere passati per Viterbo, Siena, Firenze, Bologna e Mantova, i partecipanti entreranno nel territorio scaligero e dovranno passare per Borghetto, Valeggio sul Mincio e poi Verona, San Giovanni Lupatoto e poi via verso la Lessinia. Il tracciato più difficoltoso sarà alla fine, quando i ciclisti dovranno scalare il Baldo e poi scendere per tagliare il traguardo a Torbole, sul lago di Garda trentino.

Dalla partenza all'arrivo non ci saranno check point, ma ogni atleta potrà gestirsi la corsa liberamente, portando con se una tenda oppure trovando alloggio lungo il cammino.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La corsa in bici "non attrezzata" più lunga d'Europa passerà da Verona

VeronaSera è in caricamento