menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Inter - Hellas Verona 4-2 | I nerazzurri interrompono il sogno dei gialloblu

Si ferma a quattro la serie positiva dei ragazzi di Mandorlini, troppo timidi per larghi tratti della gara e più propositivi quando oramai il risultato è compromesso. Difesa scaligera in bambola: tre dei quattro gol subiti infatti arrivano dal corner

S'interrompe alla nona giornata la serie positiva dell'Hellas Verona, che non perdeva dal match di Torino contro la Juve. L'Inter ha subito messo in chiaro le cose, sfruttando le disattenzioni della difesa ospite che stasera non ha certamente brillato, soprattutto sulle palle inattive. Tre dei quattro gol subiti da Rafael arrivano infatti da calcio d'angolo, con delle responsabilità da dividere tra tutto il reparto. Sul gol di Cambiasso invece è Agostini a tenere in gioco il centrocampista argentino. 

Ma al di là degli errori individuali il Verona sceso in campo questa sera non era la stessa squadra sfrontata e organizzata che abbiamo visto nelle ultime giornate. Il pressing non è mai stato efficace e calibrato, i giocatori per buona parte della gara sono apparsi impauriti e bloccati: questo ha impedito alla manovra gialloblu di essere fluida e aggressiva. Su novanta minuti a disposizione, il vero Hellas viene a galla per nemmeno un terzo della gara. Troppo poco per avere ragione della truppa guidata da Mazzarri.

I "mastini" però avrebbero anche siglato il gol del 4-3 che avrebbe riaperto definitivamente la gara: Toni ad un quarto d'ora dal termine insacca su un traversone giunto dalla sinistra, ma l'arbitro Celi annulla per un fallo inesistente su Ranocchia. Dopo il triplice fischio vengono espulsi Moras e Belfodil per un reciproco scambio di "gentilezze" che non è sfuggito in questo caso all'arbitro della sezione di Bari.  

PRIMO TEMPO - Cambiasso ci prova subito da fuori ma la conclusione è completamente fuori misura. Angolo al 10': il pallone arriva a Jonathan che calcia al volo, il tiro viene deviato da Moras e s'insacca nella porta ospite. Ancora un angolo al 12': nella mischia il pallone arriva a Guarin che tira, Rafael respinge ma il pallone carambola su Palacio e viola per la seconda volta la porta scaligera. L'Hellas non riesce a manovrare come al solito: la squadra di Mandorlini è partita con il baricentro basso e anche nel pressing appare meno organizzata del solito. Al 25' Cacciatore crossa per Toni, ma il colpo di testa del numero 9 è alto. Al 32' Toni fa da sponda per Martinho, che s'inserisce perfettamente in area e fulmina Carrizo. Al 38' Nagatomo si libera di Cacciatore e calcia sul palo, Palacio prova a replicare in rete ma serve Cambiasso che ribadisce in rete. Guarin prova la bomba al 41' ma il pallone termina sul fondo. Finisce così un primo tempo ricco di errori da entrambe le parti e dove il Verona è stato troppo timido per buona parte della frazione di gioco.

SECONDO TEMPO - Guarin prova subito a sorprendere Rafael che si rifugia in corner. I gialloblu faticano a rendersi pericolosi dalle parti di Carrizo, ma l'Inter finora controlla senza grandi difficoltà. Ancora una disattenzione gialloblu su calcio d'angolo: Palacio sfiora, Rafael respinge con i piedi addosso a Rolando e la palla carambola in porta. Al 60' la difesa scaligera lascia entrare in area Jonathan, ma il suo sinistro va solo vicino al secondo palo. Toni recupera un pallone al 61' e lo lascia a Iturbe, che poi lo rende alla punta veronese, ma il suo sinistro termina sopra la traversa. Servito in area al 71', Toni copre bene palla e scarica su Romulo, che di sinistro trova l'angolino basso alla destra di Carrizo. Iturbe ci prova dalla grande distanza al 74', l'estremo difensore nerazzurro però blocca. Al 76' Toni insacca per il 4-3, Celi però annulla per un presunto fallo dell'attaccante. Il duello Carrizo-Iturbe si rinnova al 78' e il portiere nerazzurro ne esce ancora vincitore. Al 81' Nagatomo cerca il colpo a giro senza avere fortuna. Debole la conclusione di Guarin raccolta da Rafael al 84'. Toni prova una difficilissima conclusione al volo al 85' ma non inquadra la porta. Belfodil costringe Rafael ad una difficile respinta al 88'.

INTER - HELLAS VERONA 4-2

MARCATORI: Moras aut. (I) al 10', Palacio (I) al 12', Martinho (HV) al 32', Cambiasso (I) al 38', Rolando (I) al 56', Romulo (HV) al 71'

INTER (3-5-1-1): 30 Carrizo; 5 Juan Jesus, 23 Ranocchia, 35 Rolando; 2 Jonathan, 13 Guarin, 19 Cambiasso (dal 63' 17 Kuzmanovic), 10 Kovacic (dal 79' 21 Taider), 55 Nagatomo; 11 Alvarez; 8 Palacio (dal 65' 7 Belfodil).

A disposizione: 12 Castellazzi, 45 Maniero, 6 Andreolli, 9 Icardi, 16 Mudingayi, 18 Wallace, 25 Samuel, 31 Pereira, 90 Olsen. Allenatore: Walter Mazzarri.

HELLAS VERONA (4-3-3): 1 Rafael; 29 Cacciatore (dal 83' 21 Gomez Taleb), 22 Maietta, 18 Moras, 33 Agostini (dal 73' 8 Cacia); 2 Romulo, 5 Donati (dal 55' 30 Donadel), 19 Jorginho; 15 Iturbe, 9 Toni, 6 Martinho.

A disposizione: 31 Mihaylov, 3 Albertazzi, 4 Laner, 7 Longo, 11 Jankovic, 13 Bianchetti, 16 Rubin, 23 Gonzalez, 26 Sala. Allenatore: Andrea Mandorlini.

ARBITRO: Celi di Bari.

AMMONITI: Cambiasso, Cacciatore, Palacio, Donadel, Jonathan, Iturbe.

ESPULSI: Moras e Belfodil a partita terminata.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Casa

    Ristrutturare casa: come riconoscere un muro portante

  • social

    Boom del social fitness: come tenersi in forma da casa

  • social

    Concorso Volotea: VOTATE “VERONA FOR ALL”

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento