Martedì, 19 Ottobre 2021
Sport

Inter-Chievo 3-1 | I gialloblù ci sono, ma vince il "biscione"

Primo tempo scoppiettante con tre gol: a rete Cassano, Rigoni e Ranocchia. Chiude il match Milito ad apertura della ripresa

Posticipo amaro per il Chievo, che a San Siro perde 3-1 contro un'Inter Tornata in palla. A Milano il primo tempo è divertente. In meno di 30 minuti segnano Antonio Cassano, Luca Rigoni e Andrea Ranocchia, senza contare le belle parate effettuate da Samir Handanovic e Christian Puggioni che si riscatta dopo la papera nel primo gol interista. Ad inizio ripresa Diego Milito chiude i giochi. Con questa vittoria l'Inter scavalca il Milan e si porta a meno uno della Lazio che ora detiene il terzo posto.

LE SCELTE - Tanti problemi per Stramaccioni, che oltre agli squalificati Chivu e Guarin e agli infortunati Samuel, Mudingayi e Obi, perde all'ultimo momento anche Kovacic. Il tecnico schiera Handanovic in porta; difesa a quattro con Zanetti, Ranocchia, Juan Jesus e Nagatomo; a centrocampo Gargano, Kuzmanovic e Cambiasso; in attacco Cassano, Milito e Palacio. Qualche defezione anche per Corini, che deve fare a meno degli infortunati Dramè, SArdo, Stoian e Guana, mentre Samassa è di ritorno dalla Coppa d'Africa. In campo vanno Puggioni in porta; difesa a quattro con Andreolli, Acerbi, Dainelli e Jokic; a centrocampo Cofie, Rigoni e Seymour; in avanti Hetemaj alle spalle di Paloschi e Thereau.

PRIMO TEMPO - Dopo 120 secondi calcio d'angolo, pallone al centro, la difesa del Chievo allontana, sulla ribattuta Cassano prova il tiro da posizione angolatissima, Puggioni non trattiene maldestramente e trascina il pallone in porta: 1-0. Avvio shock per il Chievo. Al 12', però, la squadra di Corini va vicino al pareggio: calcio di punizione, pallone scodellato al centro, Acerbi sbuca in mezzo a tutti e colpisce di testa sfiorando il palo alla destra di Handanovic. Al 19' primo cartellino giallo della partita: l'arbitro Guida lo sventola in faccia a Rigoni, reo di un'entrataccia pericolosa ai danni di Zanetti. Al 21' arriva il pareggio del Chievo: cross di Jokic, Rigoni completamente solo in mezzo all'area batte Handanovic di testa: 1-1. Clamoroso buco della difesa dell'Inter, che ha lasciato colpevolmente solo Rigoni. Lì vicino c'erano Gargano e Juan Jesus, che hanno completamente ignorato l'autore del gol. Al 24' l'Inter sfiora il nuovo vantaggio: bell'inserimento di Cambiasso che calcia ma Puggioni si supera e salva tutto. E' questione di minuti però perché al 26' l'Inter fa 2 a 1: dalla bandierina Cassano mette al centro, Ranocchia supera tutti in elevazione e di testa infila Puggioni. Al 28' Chievo ancora pericoloso: calcio di punizione, pallone scodellato al centro, Handanovic esce e con i pugni toglie il pallone dalla testa di Andreolli. Ancora una volta la difesa dell'Inter ha ballato. Passano 60 secondi e Cassano affonda al centro, apre a destra per Gargano che calcia addosso a Puggioni in uscita. Al 37' splendido calcio di punizione dell'uruguaiano, il pallone aggira la barriera e poi colpisce la parte interna del palo alla sinistra di Puggioni. Finisce così il primo tempo.

SECONDO TEMPO - Non ci sono state sostituzioni nell'intervallo, si riparte dagli stessi 22 del primo tempo. Al 5' Cambiasso tocca al centro per Milito, che si gira in un fazzoletto e con un destro fulimina Puggioni: 3-1. Inter vicina al quarto gol al 7': Cambiasso dentro per Palacio che tutto solo calcia a botta sicura, Puggioni è bravo a uscire e chiudergli lo specchio della porta, sulla ribattuta arriva Nagatomo che spara il sinistro ma colpisce un difensore avversario. Al 16' ancora una gran palla di Cassano per Palacio, che beneficia anche di un velo di Cambiasso, ma l'attaccante argentino sbaglia tutto calciando male sopra la traversa. Prima sostituzione della partita: Corini toglie Cofie e manda in campo Spyropoulos, all'esordio in Serie A. Primo cambio anche per Stramaccioni al 20': fuori Milito, dentro Alvarez. Poco dopo seconda sostituzione per Corini: fuori Seymour, dentro Luciano. Nella girandola dei cambi si rivede anche Stankovic al posto di Cambiasso. Al 31' Alvarez supera un difensore del Chievo e calcia da distanza ravvicinata, Puggioni respinge. Inter vicina al quarto gol al 33': prima Nagatomo e poi Palacio si ritrovano a tu per tu con Puggioni, bravo a salvarsi in entrambe le circostanze. Contropiede dell'Inter al 35': Nagatomo porta palla, apre a sinistra per Palacio, tocco al centro per Cassano che si vede respingere la conclusione da Acerbi. Kuzmanovic non ce la fa: al suo posto Stramaccioni manda in campo Schelotto. Il Chievo ci prova fino all'ultimo ma non c'è più tempo. Vince l'Inter. Milan scavalcato e Lazio a meno uno.

INTER-CHIEVO 3-1

Inter (4-3-3): Handanovic; Zanetti, Ranocchia, Juan Jesus, Nagatomo; Gargano, Kuzmanovic (39' st Schelotto), Cambiasso (30' st Stankovic); Cassano, Milito (20' st Alvarez), Palacio. A disp.: Carrizo, Belec, Silvestre, Jonathan, Pereira, Rocchi. All.: Stramaccioni

Chievo (4-4-2): Puggioni; Andreolli, Acerbi, Dainelli, Jokic; Cofie (19' st Spyropoulos), Rigoni L., Seymour (23' st Luciano), Hetemaj; Paloschi, Thereau. A disp.: Squizzi, Ujkani, Vacek, Farkas, Sampirisi, Cesar, Frey. All.: Corini

Arbitro: Guida

Reti: 2' Cassano (I), 21' Rigoni L. (C), 26' Ranocchia (I), 5' st Milito (I)

Note: Ammoniti: Ranocchia (I), Rigoni L. (C), Stankovic (I)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Inter-Chievo 3-1 | I gialloblù ci sono, ma vince il "biscione"

VeronaSera è in caricamento