rotate-mobile
Sport

Il ritorno di Cunego: "Finalmente la vittoria"

Il veronese nella 2a tappa del Giro di Sardegna ritrova al successo dopo diciassette mesi

A volte ritornano. Questo il pensiero che deve aver attraversato i tanti appassionati della bici leggendo l’ordine d’arrivo della 2a tappa del Giro di Sardegna. Perché sul traguardo di Monte Ortobene (Nuoro) il primo a transitare è stato Damiano Cunego.

Un urlo di liberazione e le braccia al cielo. Quelle braccia che il “Piccolo Principe” di Cerro Veronese non alzava da diciassette mese; era infatti datato 13 settembre 2009 l’ultimo successo di Cunego, alla Vuelta. Digiuno interrotto, quindi, per il corridore della Lampre-Isd, che ora comanda anche la classifica generale del Giro di Sardegna. “Il 2010 è stato un anno sfortunato per me – ricorda Cunego -. Cercavo la vittoria da tanto tempo e finalmente è arrivata, ci voleva proprio. Oltretutto è stata una vittoria di squadra, i miei compagni hanno fatto un ottimo lavoro”. Tappa dura quella che da Porto Rotondo ha portato la carovana a Nuoro, per 197 chilometri culminati sulla salita di Monte Ortobene, dove il veronese ha regolato un drappello di undici corridori: alle sue spalle il colombiano Serpa e l’altro italiano Sella.

 
In classifica generale Cunego guida con 2’’ su Sagan e 4’’ su Serpa. Oggi la 3° tappa, da Orani a Lanusei di 173 chilometri.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il ritorno di Cunego: "Finalmente la vittoria"

VeronaSera è in caricamento