rotate-mobile
Sport

Il presidente Campedelli: "Basta picchiare Pellissier"

Il numero uno: "Contro la Fiorentina siamo stati sfortunati". Mercoled il Bari

Il Chievo non è riuscito a sbranare la Fiorentina che invece è andata di traverso proprio sul finire del pranzo, quando ormai si pregustava un rispettabilissimo e giusto 0-0. Una invenzione di Gilardino con annesso mezzo svarione di difesa e Sorrentino hanno favorito la rete di Cerci portando ai viole i tre punti e lasciando Pioli e i suoi ragazzi con un palmo di naso.

Per il tecnico non c'è però il tempo di pensare a quello che non è stato. Mercoledì infatti c'è già il Bari, ultimo in classifica e da battere assolutamente al Bentegodi, tant'è che la squadra non ha effettuato neppure un giorno di riposo tornando ad allenarsi già questa mattina alle 10,30 con una seduta defatigante per i ragazzi in campo ieri e il lavoro ordinario per i resto dei gialloblù della Diga.


Con la Fiorentina non c'era Pellissier, che dovrebbe però tornare mercoledì in campo. Di lui ha parlato anche il presidente Luca Campedelli, dopo la sconfitta di Firenze: "Il problema non è la sua assenza, ma il motivo di essa. Non possono picchiarlo ad ogni partita, non va bene. Ad esempio, quando vengono commessi falli su Mutu e Gilardino l'arbitro fischia sempre mentre su Sergio spesso si continua. Serve uniformità. Oggi siamo stati sfortunati - dice della gara con la Fiorentina - comunque i gol non si trovano, ma si devono fare".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il presidente Campedelli: "Basta picchiare Pellissier"

VeronaSera è in caricamento