rotate-mobile
Martedì, 7 Dicembre 2021
Sport

Il pareggio del Chievo a Parma? Colpa di Pioli

Il tecnico, ex non rimpianto dei ducali, voleva vincere ma ha rischiato di perdere

Pareggiare contro l'ultima in classifica non è il massimo della vita, specie se sei in superiorità numerica per quasi tutta la ripresa. Eppure il Chievo deve essere contento perché i ducali sono un avversario diretto per la salvezza e l'adagio "pari in trasferta e vittoria in casa" è sempre stato la ricetta migliore per centrare la permanenza in Serie A a fine stagione.

Il Parma proprio quando è rimasto in dieci ha avuto le occasioni migliori, questo perché i gialloblù hanno provato a vincere ma senza usare la testa. Troppo sbilanciati in avanti i ragazzi di Pioli che dal canto suo, se può recriminare per un rigore netto, deve anche recitare il mea culpa per i cambi effettuati e per l'atteggiamento troppo spregiudicato adottato dalla sua squadra, solitamente il ritratto dell'equilibrio.


Può essere che Pioli tenesse moltissimo a fare i tre punti al Tardini, per vendicarsi della sua infelice avventura in panchina al Parma. Quella trascorsa per il tecnico è stata una settimana particolare. Aveva sistemato per le feste il Sassuolo in Coppa Italia, voleva fare altrettanto con il Parma. Non è andata come voleva ma nel complesso poteva anche andare peggio. Gia da domenica all'ora di pranzo con la Fiorentina ci aspettiamo di rivedere il Pioli stratega di sempre, un po' meno sanguigno ma un po' più "volpe", capace di guidare una squadra che fa dell'equilibrio, della velocità e del contropiede la propria arma vincente..

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il pareggio del Chievo a Parma? Colpa di Pioli

VeronaSera è in caricamento