rotate-mobile
Giovedì, 9 Dicembre 2021
Sport

Il Franklin&Marshall torna alla vittoria:Brescia schiantato

Dopo il pareggio con Udine un 10-3 che consolida il quarto posto in classifica

Dopo il pareggio interno con l’Udine, ritorna alla vittoria il Franklin&Marshall Cus Verona andando ad espugnare, il campo del Rugby Banco di Brescia e conservando il prestigioso quarto posto in graduatoria. Il punteggio di 3 a 10 non traduce appieno l’andamento del match, che, dopo un primo tempo equilibrato, ha visto i verdeblù cambiare passo, salire e in cattedra e dominare la ripresa.
 
Sotto un cielo smaltato d’azzurro, ma con pochi gradi e un vento gelido, le squadre scendono all’Aldo Invernici su di un terreno allentato. Tocca per primo il Banco dopo solo 3 minuti. Buona partenza di Cuello dal pack a metà campo, sostegno biancoazzurro in verticale e Verona colta in fallo ai 20 metri. Ruffolo alza dalla piazzola una precisa parabola a girare per il 3 a 0. Il Franklin, però, reagisce subito. Attacca attorno al pack, alza il ritmo e al 7’ pareggia. Bellini sfrutta una punizione con una partenza rapida sull’out sinistro, guadagna metri, trova Braghi in sostegno e Neethling e Olivieri a dare profondità. Questa volta è Brescia costretta al fallo e Bellini insacca il pareggio da posizione centrale. Nell’azione si infortuna Matteo Olivieri e viene rimpiazzato da Pietro Liboni, autore alla fine di una prova notevole nel cuore della mischia. Agganciata Brescia, il F & M prova ad insistere. Si procura un paio di punizioni ravvicinate, ma smarrisce due rimesse laterali che avrebbero potuto smuovere il tabellino. Sono i biancozzurri allora a rendersi pericolosi con un altro break di Cuello, proseguito al piede da Bonifazi. Verona bussa ancora muovendo la linea veloce e le terze linee, ma patisce l’aggressività bresciana nei punti di incontro e deve lottare duramente in mischia chiusa. E’ il Banco a trovarsi così sul piede, al 32’, la possibilità di passare, ma l’ovale calciato da Ruffolo questa volta scivola via dai pali.


Nella ripresa, però, il match si inclina rapidamente sul versante verdeblù. La mischia veronese – anche con l’innesto di D’Agostino – cresce prepotentemente e piega progressivamente il braccio di quella lombarda. Al 47’ Cuello è costretto al giallo per fallo professionale e il F & M ne approfitta per esercitare la massima pressione. Sono lunghi minuti di assalti all’arma bianca, fino a che, al 53’, Verona non segna la meta decisiva. Nuova ripartenza stretta e prodezza del mediano Mariani che si attira la difesa e poi serve un reverse pass sottomano a Spotorno che entra come un fulmine a bruciare due placcaggi e timbrare vicino ai pali. Bellini trasforma il 3 a 10. Si aspetta la reazione biancoazzurra, e sono invece ancora i verdeblù ad assediare Brescia. Martellano col pack, provano fuori con Michelini e Corso, si affidano ai calci smarcanti di Bellini, arrivano più volte a un palmo dalla linea bianca, ma non riescono più a violarla. Il Banco resiste con i denti e si raggomitola sul punto di bonus. Finisce 3 a 10, con Beretta a sorridere per la vittoria nella ‘sua’ Brescia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Franklin&Marshall torna alla vittoria:Brescia schiantato

VeronaSera è in caricamento