menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il cuore della Marmi Lanza non fa il miracolo a rete

Il cuore della Marmi Lanza non fa il miracolo a rete

Il cuore della Marmi Lanza non fa il miracolo a rete

La squadra si deve arrendere di fronte al muro di Cuneo e ai colpi di capitan Wijsmans

La partecipazione ai play off della Marmi Lanza Verona si è conclusa ieri con la terza sconfitta della serie, gara 3 ha visto infatti la Bre Banca primeggiare davanti al proprio pubblico e confermare così le vittorie dei due turni precedenti. La formazione gialloblù, pur giocando una buona prova, ha faticato a servizio contro una Cuneo che ha ritrovato anche capitan Wijsmans. Il percorso brillante dei veronesi che hanno saputo conquistare prima la salvezza e poi gli ambiti play off è terminata con l’applauso di tutto il pubblico scaligero, ben rappresentato da nove tifosi del Verona Volley Fans Club che si sono recapiti a Cuneo.

La Bre Banca è scesa in campo con la diagonale Grbic-Nikolov, al centro Volkov e il ritorno di Mastrangelo, che lascia spazio in banda al capitano Wijsmans con Patriarca, libero Henno, Bagnoli inserisce il sestetto titolare con Meoni-Lasko, al centro Pajenk e Brunner, schiacciatori Cala e Lotman, libero Smerilli.

Nel primo set il 4-3 è dell’americano Lotman, a Nikolov replica Lasko (6-4), Pajenk tiene vicini poi il capitano biancoblu strappa (12-8), Verona fatica al servizio mentre Cuneo costringe Meoni ad alzare lontano da rete, Patriarca spinge ancora mentre Bagnoli chiama tempo, Mastrangelo (18-12). Lasko ferma a muro Patriarca e Cala in pipe servito da Latelli vale il 19-14, Wijsmans, chiude con prepotenza il 22-15, Pajenk firma l’ace del 24-18, Lasko ci prova ancora poi l’errore gialloblù al servizio cede il parziale ai padroni di casa (25-19).

Nel secondo set è ancora Cuneo a portarsi a vanti con Nikolov (3-1), sul 6-3 Herpe rileva Cala, Bagnoli richiama la squadra per invertire la situazione della squadra, Cuneo non concede nulla e offre un gioco fluido così Grbic sceglie bene Nikolov (10-3), Verona torna a farsi vedere con Herpe (11-7), Lasko chiude bene due attacchi (11-9) e Lotman insiste (12-11), migliora il gioco veronese con lo schiacciatore statunitense(14-13) mentre Lasko offre buona continuità (16-15), Volkov in primo tempo vale il +2 (18-16), Nikolov firma l’ace del 21-17, Lotman gioca il mani out (22-18), il muro di Grbic e il fallo fischiato a Verona segnano però il 25-19 per la Bre Banca.

Vola sul 4-1 la squadra di casa nel terzo set mentre Brunner ci prova con il 6-4, Zingel rileva Pajenk, Herpe prima in attacco e poi a muro tiene vicini (6-4), Mastrangelo dal centro trova il (10-7) e Wijsmans allunga (12-9), Nikolov tiene alto il ritmo e Volkov con il punto vale il 16-13, la Marmi Lanza è attenta e con due muri firma il 18 pari, Lasko a tutto braccio risponde a Wijsmans (20 pari), il muro di Cuneo diventa però prepotente in due situazioni determinanti (23-20), ancora il capitano cuneese trova il 24-20 mentre l’errore dai nove metri di Verona consegna set e partita alla Bre Banca (25-21).

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Casa

    Ristrutturare casa: come riconoscere un muro portante

  • social

    Boom del social fitness: come tenersi in forma da casa

  • social

    Concorso Volotea: VOTATE “VERONA FOR ALL”

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento